San Paolo ancora k.o. All’ Appiani passa la Clodiense

San Paolo ancora k.o. All’ Appiani passa la Clodiense

SAN PAOLO PADOVA – CLODIENSE  1 – 3

SAN PAOLO: Marcato, Masiero, Pitteri, Gomiero, Ursella, Arcaba, Franceschini, Pinheiro (17´ st Cortella), Mazzeo (22´ pt Volpato), Bolchi, Porcino (36´ st Zanon). A disposizione: Vianello, Milani, Banzato, Cavallini. Allenatore: Gianfranco Fonti.

CLODIENSE: Boscolo Luca, Niero, Boscolo Davide, Ballarin, Busatto, Schiavon (32´ st Olivieri), Pradolin, Malagò, Lella, Margherita (28´ st Ponce), Boseggia (22´ st Barzan). A disposizione: Ziliotto, Dal Corso, Boscolo Berto Davide, Cigna. Allenatore: Mario Vittadello.

ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina.

RETI: 25´ pt Bolchi, 29´ pt Pradolin, 37´ pt Boseggia, 14´ st Lella.

NOTE:  Ammoniti: Porcino, Gomiero, D.Boscolo. San Paolo in 10 dal 44’st per l’infortunio di Pitteri.

 

Il San Paolo soffre ancora di “mal di casa”. I padovani, infatti, con la sconfitta di oggi, allungano a 11 turni consecutivi la loro astinenza da vittoria tra le mura amiche. E nemmeno il cambio di stadio, dal “Plebiscito” all’ “Appiani”, ha portato i frutti sperati. Il San Paolo di quest’oggi, che si è affidato solamente ai guizzi di Bolchi, è apparso sottotono, impreciso e sfortunato: tra le varie giocate sbagliate e le marcature approssimative, i gialloblù hanno dovuto rinunciare a Mazzeo, dopo 22 minuti, e a Pitteri, entrambi per uno stiramento. All’ Appiani però si è presentata una tonica Clodiense pronta a vincere per rimanere agganciata alla zona play-off. La squadra di Vittadello infatti è apparsa più in forma e organizzata e soprattutto con più verve agonistica.    

Sebbene i chioggiotti avessero creato diverse palle gol nei primi venti minuti, è il San Paolo a passare in vantaggio al 25’ con Bolchi: il centrocampista gialloblù fulmina Boscolo con un bolide dai 30 metri che, prima di finire in rete, tocca la traversa. Gli ospiti non ci stanno e in dieci minuti capovolgono la gara. Prima al 27’ Pradolin agguanta il pareggio, dopo aver raccolto ,a pochi passi dalla linea di porta, un corner da destra. Poi è Boseggia al 37’ a portare in vantaggio i suoi approfittando di un’uscita maldestra di Marcato. Il primo tempo termina con i chioggiotti in vantaggio di una rete, anche se avrebbero potuto arrotondare con Pradolin, Busatto e Lella se non fosse stato per tre grandi parate di Marcato.                   

Nel secondo tempo, il San Paolo passa ad una difesa a cinque cercando di sfruttare la velocità dei due esterni, Porcino e Masiero, per impensierire la difesa avversaria. Il cambio risulta infruttuoso. Anzi, dopo 14’minuti, la Clodiense chiude la partita con Lella, che di testa batte Marcato. Il San Paolo affonda definitivamente, rendendosi pericoloso solo con due calci piazzati di Bolchi al 39’ e al 50’.                              

Così mister Fonti nel post-partita: “Oggi purtroppo abbiamo sbagliato a gestire la gara. Dopo il gol fatto, avremmo dovuto stare stretti ed essere più cattivi agonisticamente, soprattutto in fase difensiva. Invece abbiamo fatto tutt’altro. La Clodiense è una squadra forte e se le concedi degli spazi, come abbiamo fatto specialmente nel terzo gol, ti punisce. Tatticamente, abbiamo fatto una buona partita soprattutto nel secondo tempo anche se, in quell’unico errore che abbiamo fatto, ci hanno castigato. E anche questa volta la sfortuna ci ha fatto visita, vedendo gli infortuni di Mazzeo e Pitteri.”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy