San Paolo d’anticipo, Este con la bestia nera

San Paolo d’anticipo, Este con la bestia nera

Nell’undicesimo turno, i gialloblù cercano punti salvezza a Scandicci, mentre la capolista ospiterà  la Virtus Vecomp.

Commenta per primo!

Prova a giocare d’anticipo anche sulla crisi il San Paolo, che domani alle 14.30 affronterà l’importantissima trasferta di Scandicci, antipasto del temibile trittico che attenderà poi la truppa di mister Fonti, costretta dal calendario ad affrontare, una dietro l’altra, Este, Cerea e Virtus Vecomp, tutte squadre che occupano le primissime posizioni di classifica.

Al “Turri” (arbitrerà Cristina Camardi di Genova), i gialloblù, reduci dallo sfortunato pari casalingo col Ravenna, vorrebbero tornare a cogliere i tre punti, un risultato che permetterebbe loro di rilanciarsi in una graduatoria che li vede galleggiare a quota 12, pericolosamente poco sopra la zona playout.

L’avversario di giornata non è però dei più teneri: prima di imbattersi in un tris di sconfitte proprio contro gli squadroni prossimi avversari anche del San Paolo, i toscani occupavano infatti una delle prime piazze e, pur dovendo rinunciare agli squalificati Banchetti, Pelliccia e Cecchi, nella rincorsa alla vittoria avranno dalla loro la voglia di rivalsa e l’importante fattore campo a favore. «Sarà una battaglia e le condizioni meteo potrebbero complicare ancora di più la gara – commenta mister Fonti, che per l’occasione recupererà Bonato, non potendo ancora contare sul solo Nicoletti – Sarebbe bello far punti a Scandicci perché finora nessuno ci ha messo sotto e dobbiamo mettercela tutta nelle prossime partite, sperando che la ruota della fortuna prima o poi giri a nostro favore».

Atmosfera molto diversa, ma comunque prudente, soprattutto per un fattore di cabala, quella che si respira in casa dell’Este, che si prepara ad ospitare domenica la lanciatissima Virtus Vecomp (arbitro Lacalamita di Bari). I veronesi, quinti con 18 punti, oltre a venire da 4 successi consecutivi e a non perdere da metà settembre fanno tornare in mente bruttissimi ricordi ai giallorossi: era infatti il maggio 2008 quando, con un clamoroso 4-2 esterno, i ragazzi di Gigi Fresco condannarono i padovani alla retrocessione in Eccellenza, danno poi sanato dal ripescaggio estivo ma ferita comunque sempre aperta all’ombra della Porta Vecchia.

Di quella Virtus sono rimasti solo Lallo e Lechthaler ma gli scaligeri, che saranno privi dello squalificato Peroni, rappresentano comunque l’ennesimo test probante per la capolista: da tenere d’occhio saranno soprattutto il bomber Roveretto, già visto l’anno scorso in maglia Montecchio, e l’ex di turno Luca Taddeo.

Mister Zattarin non dovrebbe avere grossi problemi di formazione, ad eccezione dei lungodegenti Aliberti e Rubbo e riproporrà quindi il consueto 4-3-1-2, operando probabilmente del turn over in avanti, per risparmiare un po’ di forze in vista del derby col San Paolo in programma mercoledì.

Queste le altre partite dell’undicesimo turno: Lanciotto-Sestese, Santa Croce-Mezzolara, Pistoiese-Camaiore, Ravenna-Forcoli, Tuttocuoio-Cerea, Villafranca-Rosignano, Virtus Castelfranco-Forlì, Pavullese-Bagnolese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy