San Paolo ed Este anticipano un derby testa coda

San Paolo ed Este anticipano un derby testa coda

Commenta per primo!

Si chiude novembre col quindicesimo turno del girone D e si apre lo sprint natalizio che porterà ad attribuire il platonico ma sempre significativo titolo di campione d’inverno.

Gustoso l’anticipo di domani, con l’ennesimo derby padovano tra San Paolo ed Este, che mette in palio punti importanti per i rispettivi obiettivi. Ma molto interessanti anche la visita della capolista Rimini al Thermal domenica e la seconda trasferta emiliana dell’Abano, che va in cerca di conferme sul terreno del Mezzolara. Ecco il dettaglio delle partite.

SAN PAOLO PADOVA-ESTE. Anticipo al sabato pomeriggio (con ingresso a 1 euro per residenti a Padova e limitrofi) per il derby padovano più datato in questa categoria. Gialloblù (con l’attuale denominazione e, in precedenza, come Albignasego) e giallorossi incrociano infatti i loro destini da almeno 5 anni ma mai come questa volta si tratta di un testacoda.

I padroni di casa, reduci dall’ennesima sconfitta stagionale ad Imola, non conquistano i tre punti da sei turni e chiudono desolatamente la graduatoria in solitaria. In settimana, a complicare ulteriormente il quadro, si sono rincorse voci circa le difficoltà finanziarie che il club di via Canestrini starebbe affrontando e che, se confermate, farebbero immediatamente pensare a un flashback, visto che giusto un anno fa, in coincidenza con l’apertura del mercato invernale, assistemmo a uno smantellamento della rosa san paolina, poi protagonista nonostante tutto di un girone di ritorno strepitoso, che non salvò però la società dal fallimento estivo. Chi spera di non ripetere il vissuto della scorsa stagione è mister Longhi, visto che proprio al termine di un derby perso con gli atestini fu esonerato il giovane tecnico Saviolo, rimpiazzato da Masitto.

Il derby viene vissuto con più tranquillità in casa Este, ma anche l’alta classifica può generare pressioni. I giallorossi – privi dello squalificato Rubbo – cercheranno infatti di fare bottino pieno all’Euganeo per consolidare il proprio secondo posto, sperando poi in un favore da parte della Thermal, che potrebbe restituire a Lelj e compagni la vetta in solitaria, fermando la capolista Rimini.

Meno numerosi rispetto al passato gli ex (Gusella da una parte, Turea e Gal dall’altra) ma comunque da tener d’occhio per la malcelata voglia di fare uno scherzetto ai compagni di un tempo. Arbitrerà Loprete di Catanzaro, con fischio d’inizio alle 14.30.

THERMAL ABANO-RIMINI. A Monteortone domenica arriverà la capolista e subito viene in mente che la Thermal ha recentemente fermato un’altra big, il Piacenza. Di questi tempi e contro un avversario del genere, anche attaccarsi alla cabala non è peccato.

Il Rimini sbarcherà infatti ad Abano privo dello squalificato De Martino ma forte di 7 vittorie consecutive (un record che Ricchiuti e compagni vogliono superare, per entrare nella storia del sodalizio romagnolo) e dei 12 gol realizzati finora da Pera, vice capocannoniere del girone. In casa aponense c’è invece maretta per i risultati altalenanti che confinano i rossoverdi in zona playout e per le tensioni societarie, che si tenta goffamente di celare dietro ad un silenzio stampa a dir poco ridicolo.

Augurando al malandato undici di Bisioli di riprendersi già a partire dal delicato impegno di domenica, adesso che l’esercito di giornalisti abitualmente al seguito dei termali è stato messo in condizione di non disturbare più, non resta che ricordare che la direzione di gara è stata affidata a Scatigna di Taranto.

MEZZOLARA-ABANO. Seconda trasferta consecutiva per l’Abano, nuovamente impegnato in Emilia dopo l’inopinata sconfitta rimediata a Fidenza domenica scorsa. Senza capitan Antonioli, appiedato per due turni dal giudice sportivo, i neroverdi incroceranno un avversario che dopo 2 ko consecutivi si ritrova in una poco rassicurante posizione di medio bassa classifica e che in questa occasione dovrà rinunciare allo squalificato Malo.

L’Abano, a dir la verità, non se la passa molto meglio dei bolognesi, rispetto ai quali ha solo un punto in più, con l’ultimo successo in trasferta (così era secondo il calendario) degli aponensi che risale al derby con la Thermal. Compito di mister De Mozzi sarà innanzitutto quello di sferzare una squadra che a Fidenza è uscita sconfitta più per lacune mentali che tecniche, e che dando un po’ di continuità ai risultati può tranquillamente aspirare ad una posizione di medio alta classifica, soprattutto in un girone caratterizzato da distanze molto ridotte in graduatoria.

Allo “Zucchini” di Budrio fischierà Tolve di Salerno.

Questo il quadro completo della quindicesima giornata: Piacenza-Scandicci, Virtus Castelfranco-Fidenza, Bellaria-Delta Porto Tolle, Fortis Juventus-Fiorenzuola, Jolly Montemurlo-Formigine, Ribelle-Correggese, Romagna Centro-Imolese (lunedì, ore 20.30).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy