San Paolo ed Este col coltello tra i denti

San Paolo ed Este col coltello tra i denti

Prosegue la corsa salvezza delle padovane: il San Paolo ospiterà  la Clodiense, i giallorossi tenteranno l’impresa a San Donà .

Lasciate alle spalle le festività pasquali, riprende domani il cammino delle padovane impegnate nel girone C di serie D. Entrambe hanno la salvezza nel mirino ma dovranno vedersela, in questo quintultimo turno, contro avversarie veneziane che occupano i piani alti della graduatoria e sono ancora in lotta per un posto tra le prime 5.

Alla ricerca di un successo casalingo che manca dal lontano novembre e che mai come in questo momento varrebbe doppio, il San Paolo si affida nuovamente alle storiche mura dell’”Appiani” per ospitare la squadra più in forma del girone di ritorno, la Clodiense (arbitro Robilotta di Sala Consilina).

Dopo un avvio di torneo stentato, i chioggiotti si sono ripresi alla grande e ora si trovano a difendere la quinta piazza dal Real Vicenza, staccato di due lunghezze; i padovani invece vogliono aumentare il vantaggio sulla zona pericolosa, anche perché da qui a fine torneo i gialloblù dovranno poi affrontare tutti scontri diretti per la salvezza.

«Nonostante qualche passo falso, i ragazzi stanno rispondendo bene, sono fiducioso per questo finale – analizza mister Fonti – Affrontiamo una squadra che avrebbe potuto puntare al primo posto con un po’ più di consapevolezza nei suoi mezzi ma noi non possiamo fare regali se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo. Dobbiamo avere freschezza e stare sul pezzo in tutte le rimanenti partite, nelle quali ci giochiamo tutto».

Ancora maggiore è la pressione che grava sull’Este, impegnato sul campo di un San Donà per il quale l’obiettivo playoff è ormai praticamente precluso ma non per questo meno desideroso di far bella figura davanti al proprio pubblico (arbitro Fichera di Catania).

I giallorossi della Bassa vengono dal buon pareggio casalingo col Pordenone, nel quale hanno però confermato tutte le difficoltà finora palesate in fase offensiva. Con la zona playout che incombe a soli due punti di distanza e un finale di stagione da brividi alle porte, mai come ora all’undici di Zattarin servirebbe un colpo di reni, considerato anche che l’ultimo successo esterno risale al derby di dicembre, cui sono seguiti 6 sconfitte e 2 pareggi.

I veneziani comunque sono un avversario molto ostico, come conferma il netto 4-1 col quale si imposero all’andata. A questo punto della stagione però, numeri e statistiche contano poco, soppiantati da grinta e cuore nella scala delle priorità. Una verità che gli atestini dovrebbero tenere bene a mente, da domani al 5 maggio.

Queste le altre gare della trentaquattresima giornata: Quinto-Belluno, Tamai-Sanvitese, Legnago-Montebelluna, Pordenone-Sacilese, Trissino-Kras Repen, Sambonifacese-Virtus Vecomp, Porto Tolle-Cerea, Giorgione-Real Vicenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy