Serie D, grande fair play nel dopo derby, colpacci di Luparense e Abano

Serie D, grande fair play nel dopo derby, colpacci di Luparense e Abano

Commenta per primo!

ESTE-CAMPODARSEGO SPOGLIATOI

È un dopo gara caratterizzato da grande sportività, quello cui si assiste al “Nuovo Comunale”.
Il primo raggiunto dai cronisti è il presidente del Campodarsego, Pagin, il quale ammette senza grossi patemi la sconfitta: «Il ko è meritato – evidenzia il massimo dirigente – In quanto abbiamo disputato una gara sotto tono fin dai primi minuti. L’Este aveva evidentemente più stimoli di noi, che siamo invece incappati in una giornata storta. Nonostante questo, non sono preoccupato: così come, da neopromossi, siamo riusciti a laurearci campioni d’inverno, sono convinto che riusciremo ugualmente a primeggiare, a fine torneo».

Di poche parole, ma molto sentite, il collega giallorosso Lucchiari: «Il successo è merito di tutto il gruppo, dal primo all’ultimo dei giocatori, e di mister Pagan che sta facendo un grandissimo lavoro. Sono felicissimo, inoltre, per la risposta del pubblico, che finalmente oggi è venuto allo stadio in gran numero e ci ha sostenuti con grande calore».

Spazio quindi agli allenatori. Il primo a parlare è proprio Pagan, che oggi scontava la seconda e ultima giornata di squalifica, dopo l’espulsione nel derby di Abano, e che ha seguito tutta la gara appollaiato su un’impalcatura costruita appositamente per lui, a ridosso della recinzione del campo. «Questa è una vittoria di tutta la rosa – commenta il tecnico chioggiotto – Abbiamo avuto solo due giorni per preparare la partita ma sapevamo di non essere inferiori agli avversari e dopo il Venezia, abbiamo battuto un’altra capolista, che abbiamo affrontato nello stesso modo in cui ci eravamo opposti ai lagunari. In classifica paghiamo qualche pareggio di troppo raccolto ad inizio stagione ma ora ci godiamo questo successo e nonostante siano ancora otto le lunghezze di distacco, faremo la nostra corsa proprio sul Campodarsego, ora secondo».

Parla già di ripartire, invece, il tecnico ospite Andreucci: «Accettiamo una sconfitta meritata e che ci sta, in quanto l’Este si è dimostrato superiore e più compatto – ammette – Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi, perché ci abbiamo comunque provato fino alla fine. Da questo ko dobbiamo ripartire, affrontando come sempre una gara alla volta e ricordandoci che comunque, da neopromossi, già il secondo posto è un grandissimo risultato, anche perché il primo posto è occupato da una squadra che con questa categoria c’entra davvero poco».

ALTRE PARTITE

Col Venezia che si riprende la testa della graduatoria, imponendosi con un eloquente 7-1 in casa della cenerentola Sacilese, per quanto riguarda le squadre padovane ci sono da registrare due importanti successi esterni. La Luparense San Paolo, innanzitutto, coglie la seconda vittoria consecutiva, espugnando 0-2 il campo del Giorgione. Decisivi, ai fini del risultato di quello che può essere considerato un vero derby, i gol di Sanavia Roveretto nel giro di 2′, sul finire del primo tempo.
Successo di prestigio e utilissimo per la classifica, anche quello colto dall’AbanoTrieste. I neroverdi, anch’essi reduci da un successo nel turno infrasettimanale, tornano a casa dal “Rocco” coi tre punti grazie ai centri di Bortolotto e Gnago (14′ e 63′), intervallati dal momentaneo pareggio alabardato ad opera di Spadari.
Grazie a questi risultati, entrambe le formazioni della nostra provincia abbandonano la zona playout, che resta comunque un pericolo incombente, distante solo un paio di punti.

Nel prossimo turno, in programma domenica prossima, si giocheranno Campodarsego-Giorgione, Luparense-Virtus Vecomp, Abano-Dro e Levico-Este,

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy