Serie D, incrocio Padova-Venezia nel quindicesimo turno

Serie D, incrocio Padova-Venezia nel quindicesimo turno

In vista del derby (anticipato a sabato), l’Este ospita il San Donà  mentre il San Paolo sarà  di scena a Chioggia.

Commenta per primo!

Col derby alle porte (è stato anticipato a sabato primo dicembre, ore 14.30, nda), Este e San Paolo si tufferanno domani nel quindicesimo turno del girone C di serie D, anticamera dello sprint verso il giro di boa che le attende di qui alle feste natalizie. In programma c’è un doppio scontro padovan-veneziano, coi giallorossi della Bassa che ospiteranno il San Donà (arbitro Doronzo di Barletta), mentre i gialloblù di città renderanno visita alla Clodiense (incontro diretto da Jouness di Torino). Le rappresentative della nostra provincia galleggiano pericolosamente sospese a metà di una classifica cortissima, distanziate tra loro da un solo punto, ma diversi sono gli stati d’animo con cui affronteranno i due impegni.

L’undici di Gianluca Zattarin viene da due pareggi e una sconfitta, pur onorevole, in casa della capolista Pordenone che invece di punti ha “fruttato” due giornate di squalifica per capitan Thomassen e una per Raffaeli. Con Aliberti già fuori rosa in vista del trasferimento al Real Vicenza nella prossima finestra di mercato, il tecnico di Tencarola sarà quindi costretto a reinventarsi la difesa, dove se non altro rientrerà il portiere Trivellato, assente in Friuli al pari del bomber Brotto.

L’avversario di turno (privo di mister Tedino, fermato dal giudice sportivo dopo le proteste in occasione della sconfitta in casa del Real Vicenza nel recupero di mercoledì) è però uno tra i più pericolosi proprio nel reparto offensivo, con Florean ed El Amber che arricchiscono una rosa formata da atleti di grande esperienza quali il portiere Tomei, Marchesan, Colombera e Cosner, già capaci di vincere 4 volte in trasferta finora.

Dovrà invece cercare di migliorare il suo ruolino esterno la truppa di Gianfranco Fonti, ma il “Ballarin” di Chioggia è un catino infuocato, espugnato una sola volta in questa prima parte di stagione. Lo scontro assume un valore importante in ottica playoff ma, in caso di sconfitta, potrebbe rappresentare un biglietto di sola andata verso i bassifondi, viste le risicate distanze tra le diverse zone della graduatoria.

«Il torneo è composto di molte squadre valide, bisogna sempre tenere desta l’attenzione – sottolinea mister Fonti, che dovrà rinunciare a Mietto, Favero, Bottaro, Villatora e Cavallini – La Clodiense è una neopromossa ma composta di giocatori validi, molti ex Venezia, quali Malagò, Pradolin, Porcino e Olivieri, guidati da un tecnico esperto come Vittadello. Noi abbiamo bisogno di muovere la classifica e dare continuità al nostro rendimento esterno, anche in vista del derby, tanto più che la classifica ti porta sempre sul filo del rasoio ed è importante restare fuori dalla bagarre».

Questi gli altri incontri della quindicesima giornata: Sanvitese-Tamai (0-1, giocata oggi), Belluno-Quinto, Cerea-Porto Tolle, Kras Repen-Trissino, Montebelluna-Legnago, Real Vicenza-Giorgione, Sacilese-Pordenone, Vecomp-Sambonifacese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy