Serie D, la Luparense riapre la lotta per il primato, bene anche l’Abano

Serie D, la Luparense riapre la lotta per il primato, bene anche l’Abano

Commenta per primo!

La Luparense San Paolo conferma di provare un gusto particolare a fermare le big del girone, il Campodarsego invece chiederà di abolire i derby, visto che dopo quello perso ad Este, deve inchinarsi anche in quello casalingo contro i rossoblù, con conseguente nuovo aggancio in vetta da parte del Venezia, che invece si impone di misura nel suo derby, a Noale (1-2).

Al “Gabbiano” finisce 2-3 per gli ospiti ma sono i padroni di casa a portarsi avanti per primi, con Buson che al 18′ corregge una punizione di Bedin. Passa un giro di lancette e la Luparense ottiene l’immediato pareggio: Cavallini vince un rimpallo e allunga per Beccaro, che fa secco Vanzato in uscita. Ancora il capitano sammartinaro firma il raddoppio al 38′, sorprendendo l’intera difesa di casa su lancio lungo di Giglio, La prima frazione si chiude col tris dei Lupi, firmato a parti invertite dalla coppia Beccaro-Giglio.
Nella ripresa, la pressione del Campodarsego si fa insistente alla ricerca almeno del pareggio ma gli sforzi dei biancorossi producono solo la rete del 2-3, firmata al 51′ da Aliu, imbeccato da Kabine.
La situazione vede ora Campodarsego e Venezia appaiate in vetta a quota 64 e con lo scontro diretto in programma, domenica prossima, al “Penzo”.

La Luparense fa invece un deciso passo verso la metà classifica, dove per poco non aggancia l’Abano, che torna da Motta di Livenza con una preziosissima vittoria per 1-3. Neroverdi che siglano due gol nella prima frazione (De Cesare al 23′ e Fusciello al 26′), prima che i trevigiani accorcino al 54′ con Pagan. A chiudere i conti a favore della truppa di Zeman ci pensa però Tescaro, al 62′.

Nel prossimo turno, sono in programma come già ricordato Ripa La Fenadora-Este e Venezia-Campodarsego, oltre a Luparense San Paolo-Liventina e Abano-Montebelluna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy