Serie D, ultimo infrasettimanale con due sole padovane in campo

Serie D, ultimo infrasettimanale con due sole padovane in campo

Commenta per primo!

Turno infrasettimanale con due sole squadre padovane impegnate, quello previsto per domani, nel girone C di serie D. Sia Este che Luparense San Paolo hanno infatti deciso di evitarsi l’ennesima sfaticata di tre gare in sette giorni, posticipando i match che le avrebbero viste opposte, rispettivamente, a Sacilese e Tamai.
Le partite verranno recuperate nel weekend del 12 e 13 marzo, quando il calendario prevederebbe la sosta per il Torneo giovanile di Viareggio e che invece vedrà di scena anche l’Abano, impegnato a sua volta a Verona, contro la Vecomp (incontro non disputato a suo tempo, perché gli scaligeri erano impegnati in uno stage ad Amsterdam, ospiti dell’Ajax).

Così, all’inizio dell’ultimo quarto di campionato, quello decisivo, l’attenzione sarà ancora più indirizzata su Campodarsego, coi padroni di casa che riceveranno la Liventina in 90’ che diranno molto sullo stato di salute di entrambe. I biancorossi sono infatti reduci da due sconfitte pesanti soprattutto dal punto di vista psicologico, quelle nel derby con la Luparense e nello scontro diretto di Venezia che ha riconsegnato ai lagunari la vetta, con un margine di 3 lunghezze.
Riusciranno, Bedin e compagni – senza lo squalificato bomber Kabine e Piaggio, operato per la rottura dello zigomo – a rimettersi in carreggiata, soprattutto dal punto di vista mentale, o ad avere la meglio saranno l’appagamento per aver disputato un torneo comunque eccezionale e la fatica dovuta alla lunga corsa in testa? Da notare, tra l’altro, che il Venezia sarà impegnato in una trasferta tutt’altro che semplice a Levico e che, con nove gare ancora da disputare, può davvero succedere di tutto.
I conti, bisognerà comunque farli anche con l’avversario che i biancorossi si troveranno di fronte, una Liventina travolta 6-0 domenica a San Martino a causa delle numerose assenze ma che proprio le ultime 4 sconfitte consecutive hanno relegato di poco sopra la zona playout. Una posizione che impone ai biancoazzurri di provare a fare risultato in ogni campo e con ogni mezzo, da qui all’otto maggio. Vedremo, dunque, chi sarà spinto dalle motivazioni più valide.

Potrebbe fare un deciso passo verso la salvezza, con un occhio anche a qualcosa in più, l’Abano, di scena a Noale in uno scontro che profuma vagamente di playoff.
I veneziani insidiano, a tre lunghezze di distanza, il sesto posto del Tamai e tre tacche più indietro ci sono gli aponensi, che hanno però una gara in meno rispetto alle avversarie. Rinvigoriti dalla cura Zeman, gli aponensi (domani privi degli squalificati Creati e Thomassen) potrebbero rivolgere un legittimo pensiero ad un obiettivo che appariva lontanissimo, al termine di un girone d’andata con molte più ombre che luci.
L’impegno di domani sarà però molto difficile, per quanto il Calvi Noale in casa non abbia finora brillato, mentre gli aponensi sono imbattuti da inizio del girone di ritorno, lontani dalle mura amiche. Il traguardo più immediato – e realistico – ovvero la salvezza, sembra comunque davvero a portata di mano, per il team del presidente Rizzato.

Questo il quadro completo della trentesima giornata (ore 14.30):

Campodarsego-Liventina arbitro Meloni di Carbonia
Ripa Fenadora-Giorgione
Belluno-Dro
Calvi Noale-Abano arbitro Iacovacci di Latina
Montebelluna-Triestina
Levico-Venezia
Mestre-Virtus Vecomp
Fontanafredda-Monfalcone
Este-Sacilese rinviata a sabato 12, ore 14.30
Tamai-Luparense San Paolo rinviata a domenica 13, ore 14.30

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy