Serie D, Venezia a Motta di Livenza a caccia della vittoria a tutti i costi

Serie D, Venezia a Motta di Livenza a caccia della vittoria a tutti i costi

Continua il testa a testa con il Campodarsego, oggi turno infrasettimanale

Commenta per primo!

Cancellare sia Verona che San Martino di Lupari: Venezia a Motta di Livenza con l’imperativo di ritrovare la vittoria anche in trasferta per stare a ridosso del Campodarsego, che riceve il Monfalcone del tandem Godeas-Zubin. I turno infrasettimanale finora sono stati più dolci che amari per il Venezia: 2-1 a Monfalcone, 2-2 ad Abano, 1-0 con il Mestre e 2-1 con il Dro. Pochi cambiamenti rispetto alla vittoriosa partita con il Montebelluna. «Non è tempo di esperimenti» spiega Giancarlo Favarin, che in settimana aveva pure provato soluzioni alternative e che a Motta di Livenza sconterà la seconda giornata di squalifica, «le novità saranno solo in mezzo al campo». Una scelta obbligata, Callegaro al posto dello squalificato Acquadro, una scelta tattica-caratteriale, con il ritorno dal primo minuto di Matteo Marcolini, più centimetri e agonismo nella zona centrale, mentre Soligo e Calzi partiranno dalla panchina. Fuori gioco per un fastidio Carbonaro, rimasto a casa con Busatto, Gualdi e Ferrante (tornerà a disposizione domenica contro l’Abano), toccherà ancora a Lattanzio guidare l’attacco del Venezia, sorretto alle spalle da Innocenti, Serafini e Fabiano. «La Liventina è una buona squadra, 32 punti non sono pochi, ma come fanno un po’ tutti, si chiuderà e ripartirà». Primo non prenderle, affidandosi poi al’estro offensivo del veneziano Marco Vianello, che ha già realizzato 13 reti. La Liventina di Mauro Tossani è reduce dal pareggio (1-1, gol di Zanetti) ottenuto sul campo del Dro, un pareggio che ha riportato tranquillità dopo l’1-4 interno con la Virtus Vecomp. Tossani dovrà fare a meno dello squalificato Alex Soncin, proporrà un 4-3-3 pronto a trasformarsi in un 5-4-1 con Vianello unica punta. Sette punti nelle sei gare del girone di ritorno, la Liventina ha fatto 0-0 in una sola occasione (contro la Triestina) e nelle ultime sei partite è sempre andata a segno, legittimando la sua classifica. Probabili formazioni. Liventina (4-3-3): 1 Berto; 2 Fornasier, 5 Cofini, 6 Gardin, 3 Cescon; 7 Boem, 4 Pagan, 8 Fantin; 11 Zottino, 9 Vianello, 10 Iacono. A disposizione: 12 Pasquali, 13 Fregonas, 14 Perissinotto, 15 Dene, 16 Ghedini, 17 Savio, 18 Zanetti. Allenatore: Mauro Tossani. Venezia (4-2-3-1): 1 Vicario; 2 Luciani, 5 Modolo, 6 Cernuto, 3 Galli; 4 Marcolini, 8 Callegaro; 7 Innocenti, 9 Serafini, 10 Fabiano; 11 Lattanzio. A disposizione: 12 Andreatta, 13 Di Maio, 14 Beccaro, 15 Taddia, 16 Calzi, 17 Chicchiarelli, 18 Soligo, 19 Volpicelli, 20 Maccan. Allenatore: Giancarlo Favarin (Da La Nuova Venezia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy