Sotto l’albero, i playoff

Sotto l’albero, i playoff

Si chiude l’andata e le padovane inseguono le zone alte: Este in casa della capolista, il San Paolo ospita la Sacilese, la Thermal ha la vetta nel mirino.

Commenta per primo!

Saranno tre sfide in chiave playoff a caratterizzare il fine settimana prenatalizio – che coincide anche con l’ultima giornata del girone d’andata – delle squadre padovane impegnate in serie D.

Sfida di altissima quota per l’Este, che renderà visita alla capolista Pordenone (arbitro Lombardo di Sesto San Giovanni) con la tranquillità di chi sa di non avere nulla da perdere. I friulani, primi con due lunghezze di vantaggio sul Marano, in casa vantano un ruolino di sette vittorie e una sola sconfitta, condito da 20 gol segnati e soli 3 subiti. I giallorossi, d’altro canto, pur essendo usciti sconfitti dalle ultime due apparizioni al “Bottecchia” (3-0 e 2-1), in trasferta sanno esprimersi meglio che tra le mura amiche, come dimostrano i 4 successi e 2 pari raccolti finora.

Commentando il largo successo di domenica scorsa sul Vittorio Falmec, mister Zattarin aveva sottolineato l’importanza di una vittoria che ridava serenità ai suoi, consentendo inoltre di affrontare con tranquillità l’improba trasferta pordenonese, nella quale gli atestini avrebbero provato a mettere in difficoltà la battistrada. Di sicuro i neroverdi, autentica corazzata, faranno di tutto per accaparrarsi gli ennesimi tre punti, che consentirebbero loro di laurearsi campioni d’inverno e di tenere a distanza l’avversaria vicentina.

Sfida nella sfida sarà il confronto tra i bomber Zubin e Lasagna (rispettivamente 11 e 13 centri).

Match importante per le zone alte della graduatoria è anche quello tra San Paolo Padova e Sacilese (arbitro Carella di Bari). Patavini e friulani sono tra le formazioni più in forma del momento, come evidenziano gli 11 e 13 punti raccolti negli ultimi 5 turni, che per i gialloblù di casa hanno coinciso con l’avvento in panchina di mister Masitto. Anche il pari ottenuto sette giorni fa a Dro ha contribuito ad allungare la serie positiva san paolina, ma per assicurarsi quanto prima l’obiettivo salvezza è necessario fare punti – possibilmente a gruppi di 3 – in casa.

Tanto più che, in un momento in cui la graduatoria è particolarmente corta nella zona medio alta, un’affermazione domani potrebbe addirittura proiettare Lucchini e compagni (che dovranno fare a meno dello squalificato Moresco, sostituito in avanti dal furetto Cadau) dentro la zona playoff. Davvero un bel regalo di Natale e il migliore auspicio per una seconda parte di stagione che, come ogni anno, scriverà in primavera i verdetti più importanti.

Potrebbe già essere decisamente soddisfatta di quanto ottenuto finora, ma vuole regalarsi delle festività ancora più dolci la Thermal Abano, che chiuderà il 2013 ospitando l’Imolese (arbitro Campana di Seregno). I termali mirano ad agganciare al terzo posto il Romagna Centro e ad avvicinare le battistrada Lucchese e Correggese, impegnate in uno scontro diretto che si preannuncia stellare. Per raggiungere l’obiettivo, i rossoverdi dovranno però confermare il buon andamento interno (6 vinte e 2 perse) ed avere la meglio sui bolognesi, autori di una partenza sprint che si è però frenata nell’ultimo mese, tanto da relegare i rossoblù in una posizione di metà classifica.

Questo il quadro completo del girone C: Marano-Monfalcone (oggi), Trissino-Dro, Vittorio-Fersina, Giorgione-Belluno, Mezzocorona-Sanvitese, Tamai-Triestina, Fenadora-Montebelluna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy