Spettacolo garantito nel nono turno

Spettacolo garantito nel nono turno

Si preannunciano ricchi emozioni gli scontri al vertice Thermal-Lucchese e Sacilese-Este ma anche San Paolo-Belluno.

Commenta per primo!

Si preannuncia una domenica ricca di gol in serie D. Le statistiche relative alle gare che vedranno impegnate le padovane nel nono turno dei gironi C e D indicano chiaramente che le probabilità di assistere a match altamente spettacolari è elevata, considerando anche il valore delle avversarie.

È un autentico scontro al vertice quello che sul neutro di Castelfranco Veneto metterà di fronte le due vice capoliste del gruppo D, ovvero Thermal Abano e Lucchese (arbitro Minotti di Roma).

I toscani – una delle tante nobili decadute che popolano la quinta serie – sono squadra tra le più accreditate alla promozione diretta e finora hanno seguito lo stesso ruolino di marcia dei sorprendenti termali, rimediando una sconfitta, un pareggio e sei vittorie consecutive. I rossoneri possono inoltre schierare uno degli attaccanti più forti del girone, Tarantino, autore finora di 6 centri, che si confronterà sul fronte realizzativo col trio delle meraviglie di mister Bisioli, Cacurio-Volpato-Rocco, deciso a replicare il successo di sette giorni fa a Castelfranco Emilia per continuare in solitaria l’inseguimento alla capolista Correggese.

Partita da “over” anche quella che nel girone C metterà di fronte San Paolo Padova e Belluno (arbitro Cudini di Fermo). Lo scorso anno il confronto regalò ben 9 reti tra andata e ritorno e anche stavolta le premesse sembrano essere buone, dato che finora i padroni di casa ne hanno segnati 10 e subiti 15, mentre gli ospiti paiono aver registrato la difesa, che ne ha incassati solo 6, a fronte di 8 realizzati. La gara riveste però una grande importanza in termini di classifica, coi tre punti che servirebbero ad entrambe per non farsi distanziare troppo dalle prime posizioni e coi patavini determinati a trasformare il “Plebiscito” in un fortino inespugnabile.

«Vogliamo riprenderci i punti lasciati a Castelfranco – attacca mister Saviolo, riferendosi al pari di domenica scorsa – Stiamo trovando i giusti meccanismi ma dobbiamo migliorare sia nel non prendere gol che nel cinismo per portare a casa le partite. In casa finora abbiamo offerto buone prestazioni ma il Belluno è una compagine ben organizzata, che può ambire ai playoff, quindi a noi servirà la determinazione mostrata nelle ultime uscite».

Tra i patavini mancherà il portiere Rosiglioni, squalificato per due giornate.

Spettacolo garantito anche nello scontro dei tanti ex tra Sacilese ed Este (arbitro Amadio di Ascoli). Al “XXV Aprile” si misureranno infatti la terza e la quarta forza del torneo, entrambe in salute e dotate di reparti offensivi di peso.

I giallorossi di mister Zattarin, dopo aver finalmente sfatato il tabù del “Nuovo Comunale” grazie alla rocambolesca vittoria sulla Sanvitese, vogliono confermare la loro fama di squadra da trasferta e si affideranno alle sgroppate di Lasagna a Brotto per continuare l’inseguimento alle corazzate Pordenone e Marano. Ma di fronte si troveranno uno dei clienti più ostici dell’intera stagione: i biancorossi friulani possono infatti contare su elementi del calibro degli ex Baggio, Barichello e Fabbro (quest’ultimo soprattutto, protagonista a Este con un bottino di 26 reti che ne favorirono il salto tra i professionisti) e puntano a mantenere l’imbattibilità interna e una posizione nelle parti alte della classifica.

Questi gli altri incontri del girone C (ore 14.30): Ripa Fenadora-Triestina 0-3 (giocata oggi), Dro-Fersina 1-1 (oggi), Mezzocorona-Giorgione, Monfalcone-Trissino, Montebelluna-Sanvitese, Marano-Tamai, Pordenone-Vittorio Veneto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy