Tempo di mercato in serie D, il San Paolo piazza già  i primi colpi

Tempo di mercato in serie D, il San Paolo piazza già  i primi colpi

Commenta per primo!

Non c’è stata nemmeno l’occasione di dire “a” di acquisti, ed il San Paolo può ritenersi il protagonista di questa sessione invernale di calciomercato. La società ed il DS Attilio Gementi, in primis, si sono mossi, sotto ausilio di mister Fonti, alla ricerca delle pedine giuste per completare uno scacchiere che spesso ha risentito di assenze pesanti. Il primo colpo dei gialloblù è il bomber Giovanni Volpato, 33 anni, ormai ex Virtus Vecomp, che ha accettato di ritornare al San Paolo dove aveva militato dal 2010 al 2012. Se un attaccante arriva, un altro se ne va. L’addio alla squadra l’ha dato Gianluca Correzzola, che si è accasato al Legnago Salus dopo aver rescisso il contratto che lo legava alla società padovana. L’ex Albignasego e Adriese non è riuscito ad incidere come tutti si aspettavano ed ha deciso di ritornare nella sua Legnago dove due anni fa ha vissuto una splendida annata, siglando 29 gol in 30 partite. Ma non c’ è solo Correzzola nella lista dei partenti. Anche Nicolò Bottaro è stato ceduto, lui al Galzignano Terme, formazione di seconda categoria. Attilio Gementi non si è limitato solamente al ritorno di Volpato, bensì ha concluso un altro affare di prospettiva: Andrea Vezù. Il giovane difensore, classe 1992, proveniente dall’Union Quinto è stato prevelato per sostituire Furlanetto o, anche, Masiero  al quale è stata diagnosticata una lesione al ginocchio dopo il derby di sabato.

Primi giorni di mercato scoppiettanti quindi. E non sono escluse altre cessioni, che potrebbero garantire scenari interessanti per il San Paolo. Gemiti avrà ancora molto tempo per migliorare ulteriormente la rosa con gli innesti giusti di cui ha bisogno mister Fonti per riuscire ad invertire la rotta di marcia delle ultime prestazioni, e cercando di conquistarsi un altro anno in serie D.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy