Trasferte decisive per San Paolo ed Este

Trasferte decisive per San Paolo ed Este

Spareggio playoff per i gialloblù a Tamai, viaggio in caso del pericolante Montecchio per i giallorossi nel trentesimo turno, in programma domani alle 15.

Conferme, per avere poi delle certezze. Questo cercheranno domani San Paolo ed Este, impegnate – entrambe in trasferta – nella trentesima giornata del campionato di serie D.

Non è decisivo, ma ci manca davvero poco, lo scontro verità che attende i gialloblù di città, di scena a Tamai (arbitro Pellegrini di Roma). Le due formazioni sono infatti appaiate al quarto posto con 48 punti, 3 in più del Quinto e 2 in meno del San Donà Jesolo. Reduce proprio dalla vittoria in extremis coi trevigiani, l’undici patavino cerca conferme importanti in casa dei pordenonesi, formazione che soprattutto in casa si è sempre rivelata ostica e che tra le mura amiche ha gettato le basi che le hanno permesso di partecipare ai playoff nelle ultime due stagioni.

Pur riconoscendo il potenziale dei vari Spetic, Piperissa e Llullaku (18 reti per il bosniaco finora, nda), mister Fonti – che dovrà fare a meno degli squalificati Rossi e Zanon e dei lungodegenti Rosiglioni e Keba – guarda con fiducia all’impegno in terra friulana: “Non abbiamo ancora conquistato nulla – esamina il tecnico – ma psicologicamente stiamo bene, anche perché il nostro obiettivo iniziale l’abbiamo già centrato. Dobbiamo affrontare questa e le prossime gare con serenità, perché ritengo la mia squadra abbia delle buone chance. A Tamai cercheremo una continuità di risultati che, soprattutto fuori casa, ultimamente ci è mancata”.

Altrettanto ricco di insidie è il viaggio a Montecchio Maggiore che attende l’Este (arbitro Raspollini di Livorno). Con la salvezza che ormai si può dire acquisita, e quindi fieri per aver centrato con largo anticipo le aspettative di inizio stagione, i giallorossi renderanno visita ad una squadra impelagata nella lotta per non retrocedere, con la consapevolezza che la quarta vittoria consecutiva potrebbe tenere loro aperto uno spiraglio in ottica playoff.

Un traguardo, quello di arrivare tra le prime cinque, che gli atestini avrebbero potuto raggiungere più facilmente anche quest’anno, se l’inizio stagione avesse portato qualche punto in più e se la rosa non fosse stata minata dai lunghi infortuni ad alcuni degli elementi più rappresentativi. In casa dei vicentini – tra le cui fila militano gli ex Ballardin e Girlanda -, pericolosamente sospesi a +2 dal penultimo posto che significa retrocessione diretta e a -2 dalla salvezza senza playout, mister Zattarin potrà contare su tutti gli effettivi, con una piccolissima possibilità di rivedere almeno in panchina il giovane bomber albanese Aliù, uno dei colpi dello scorso mercato estivo, infortunatosi dopo 17’ della prima gara contro il Kras Repen, a settembre.

Le altre partite del girone (ore 15): Belluno-Montebelluna, Chioggia-Kras Repen, Concordia-SandonàJesolo, Rovigo-Venezia, Sanvitese-Pordenone, Treviso-Opitergina, Quinto-Torviscosa.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy