Ultimi giorni di ferie per San Paolo ed Este

Ultimi giorni di ferie per San Paolo ed Este

Sono ormai agli sgoccioli le vacanze in casa San Paolo. Giovedì sono in programma i test atletici negli impianti di via Canestrini, e alle 19 ci sarà la presentazione della squadra al ristorante “Da Artemio” a Ponte di Brenta. Anche Rosiglioni, fresco di firma, farà parte del gruppo. E nelle prossime ore sarà ufficializzato l’altro portiere (classe 1993).

Per Gianfranco Fonti – ferie trascorse all’Isola d’Elba, e ieri a pranzo con il vice Cagnin e il direttore sportivo Gementi – è il momento di un primo commento pre-apertura della stagione, la seconda di fila con i gialloblù: «Abbiamo svolto un buon lavoro l’anno scorso, è stato apprezzato e ciò mi rende felice. La speranza è continuare su questa strada. Abbiamo perso giocatori importanti come Volpato, Pastrello, Tessaro, ma sono arrivati ragazzi che conosco bene, possiedono esperienza, e daranno il loro contributo sul piano tecnico e umano». Sull’argomento continua: «Mi riferisco a Nicoletti che ho già allenato a Montebelluna, a Bisso che ho avuto a Martellago e a Mestre. Restani lo conosco dai tempi della Primavera dell’Udinese. Poi ci sono giovani interessanti, e con qualità». Sono rimasti Masiero, Formentin, Arcaba, Bovo, Lucchini: «Avere mantenuto lo zoccolo duro dell’anno passato è un altro aspetto importante, quindi sono estremamente positivo. Mi piacerebbe che ci confermassimo in classifica (play off nel passato torneo, ndr), fermo restando che c’è sempre la voglia di fare meglio, e che ci si deve sempre proporre con umiltà». Tornando alla preparazione, i gialloblù effettueranno una doppia seduta soft venerdì, e sabato è fissata la partenza per il ritiro di Tonezza, dove inizierà il lavoro vero e proprio. In quota la squadra giocherà a Lavarone, domenica 31, un’amichevole con il Cittadella.

ESTE. Raduno e test al Nuovo comunale sono fissati per lunedì prossimo, mentre mercoledì 27 i giallorossi si trasferiranno nel ritiro in quota a Tambre d’Alpago. Per Gianluca Zattarin sono gli ultimi giorni di vacanza a Rimini con la famiglia, ma con la testa è già proiettato all’imminente inizio di stagione: «Ho grandissimo entusiasmo, e cercheremo di migliorare la classifica dell’anno scorso, cioè entrare nei play off». Per completare l’organico manca un centrocampista centrale: «Ci vuole un giocatore importante che dia i tempi alla squadra. Con il 4-3-1-2 è un ruolo fondamentale». Quanto agli input da trasmettere sin dai primi giorni di lavoro: «Riparto dai concetti di un anno fa, e cioè atteggiamento propositivo, grande intensità. A me piace che la squadra giochi sempre al calcio e faccia la partita, quindi bisogna entrare subito nel giusto ordine di idee. Ci saranno avversari importanti, però siamo consapevoli dei nostri mezzi. E sono contento del gruppo che mi è stato messo a disposizione. C’è la convinzione che possiamo fare bene».

Soffermandoci sul reparto avanzato, gli interpreti saranno Moresco, Rondon, Carani, Aliu e Sottovia, con quest’ultimo a rappresentare l’unica nuova entrata in attacco. «Abbiamo più alternative. Ma il nostro primo acquisto sarà Aliu (fermo per l’infortunio al ginocchio nell’ultimo campionato, ndr): non bisogna mettergli troppa pressione, ma sappiamo che è un giocatore importante per noi».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy