Venezia-Campodarsego, la settimana più lunga

Venezia-Campodarsego, la settimana più lunga

Domenica la sfida tra le due protagoniste del girone C della serie D, che si ritrovano appaiate in classifica dopo gli ultimi risultati

Commenta per primo!

Un mese all’inseguimento, aggancio realizzato proprio a sette giorni dalla sfida diretta al Penzo. Venezia e Campodarsego si presenteranno appaiate in classifica al big-match di domenica dopo nove partite vissute sull’altalena del sorpasso arancioneroverde (10 gennaio), poi del controsorpasso-allungo padovano (24-31 gennaio) con il Venezia (20 punti) leggermente meglio del Campodarsego (19) nel girone di ritorno che vede in testa l’Este (21). Adesso lo scontro diretto, che potrebbe spezzare ancora l’equilibrio ricordando che in caso di arrivo in parità a fine stagione è previsto lo spareggio. «A Noale è stata una domenica perfetta» racconta il direttore generale Dante Scibilia, «due risultati che ci consentono di arrivare a pari punti con il Campodarsego allo scontro diretto. Credo che in ogni caso, qualunque sia il risultato di domenica, non sarà la partita che deciderà l’esito del campionato visto che poi ne mancheranno altre nove e si è visto come nel girone di ritorno ogni incontro nasconda insidie per tutti. Lo abbiamo sperimentato a nostre spese contro l’Abano». Due squadre che stanno correndo (64 punti) nei gironi a 20 squadre: il Parma, capolista nel girone D, ne ha conquistati solo due in più (66), la Caronnese (A) uno in meno (63), solo il Piacenza (B) vola (73).
Intanto il presidente Joe Tacopina arriverà oggi da New York e ritrova la squadra in testa alla classifica. «Contento lo è di sicuro, aver ritrovato il primo posto in classifica è positivo» dice ancora Scibilia, «posso comunque assicurare che anche quando è negli Stati Uniti, il presidente manca solo fisicamente, ma si fa sentire ogni giorno al telefono oppure manda mail. Una presenza costante». (Da La Nuova Venezia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy