Venezia, comincia l’avventura americana. Progetto ambizioso con Perinetti ds

Venezia, comincia l’avventura americana. Progetto ambizioso con Perinetti ds

Il Venezia Football Club esiste: 943476 non sono numeri da giocare al lotto, ma è il numero di matricola che da ieri pomeriggio identifica la nuova società arancioneroverde. La documentazione completa è stata presentata ieri al Comitato regionale veneto della Federcalcio dall’avvocato Gianmaria Daminato su delega dello studio romano Tonucci&Partners. Documentazione che comprendeva anche la lettera di gradimento del sindaco Luigi Brugnaro e l’autorizzazione dell’amministrazione comunale all’utilizzo dello stadio “Pier Luigi Penzo” di Venezia. Giorgio Perinetti è il nuovo direttore sportivo, sarà coadiuvato nella parte tecnica da Gianpaolo Marcheggiani, mentre rimangono ai loro posti Dante Scibilia come dirigente e Mattia Collauto come responsabile del settore giovanile. «Stiamo procedendo speditamente» ha spiegato ieri sera l’avvocato Alessandro Vasta, membro del nuovo consiglio di amministrazione del Venezia Fc, «sono trascorsi cinque giorni da quando abbiamo avuto l’incarico da parte del sindaco Brugnaro. Più rapidamente di così, tenendo conto che si trattava soprattutto di pratiche burocratiche, non era davvero possibile fare. Ho preso contatto con la nuova realtà, trovato l’accordo con Giorgio Perinetti che si occuperà dell’allestimento della squadra e della scelta dell’allenatore. Il presidente Daniels? È tenuto costantemente informato di come si stanno evolvendo i fatti, ci sentiamo telefonicamente o via mail. Sa tutto quasi in tempo reale. La corsa però non è terminata, dobbiamo continuare a correre per completare la parte burocratica entro il 3 agosto, allestire la squadra e partire anche per il ritiro. Siamo in ritardo rispetto alle altre squadre, cercheremo di riguadagnare terreno nei prossimi giorni». Giorgio Perinetti ieri era a Mestre, ha definito il suo accordo con l’avvocato Vasta, contratto che sarà ratificato dopo il 4 agosto, quando il Venezia Fc sarà ufficialmente ammesso al prossimo campionato di serie D e visionato anche il centro sportivo del Taliercio. Il suo braccio operativo a Mestre sarà Gianpaolo Marcheggiani, classe 1987, che nell’ultimo triennio ha svolto analoghe esperienze con il Carpi (stagione 2014/2015), con il Palermo di Maurizio Zamparini nel biennio 2012-2014 e con il Siena (stagione 2011-2012). «Si parte, con grande entusiasmo» ha dichiarato il dirigente romano, «c’è da costruire una squadra dalle fondamenta e bisogna farlo in tempi brevi. L’allenatore? Qualche idea ce l’ho, devo confrontarmi con la proprietà e poi ufficializzeremo il prescelto. In questi giorni usciranno tanti nomi, ma è logico che sia così». Intanto Magnaghi è da ieri un giocatore della Cremonese, mentre lo svincolato Legati, seguito dal Mantova, potrebbe salire in serie B a Livorno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy