Venezia, Inzaghi contro gli arbitri: “Stufi di certe situazioni che ci penalizzano”

Venezia, Inzaghi contro gli arbitri: “Stufi di certe situazioni che ci penalizzano”

Commenta per primo!

Il Venezia è campione d’inverno, ed è il primo obiettivo raggiunto tra quelli che Inzaghi si era prefissato con la dirigenza arancioneroverde. Il vantaggio sulle avversarie poteva anche essere più ampio, come sottolinea lo stesso allenatore. «Siamo campioni d’inverno e questa è una grande soddisfazione per tutti. Un primo tassello messo al suo posto nel corso di questa stagione. Non è stata una passeggiata e il vantaggio sulla seconda poteva essere almeno di tre punti oggi, ma possiamo fare molto meglio». Il pareggio con la Maceratese non gli regala il sorriso, Inzaghi è anche critico verso i suoi giocatori, pur rimarcando i molti aspetti positivi della partita. «Abbiamo fatto venti tiri in porta, creato tantissimo con il nostro gioco, tirato dodici calci d’angolo e alla fine solo pareggiato. Siamo stati un po’ ingenui, e soprattutto mi fa rabbia il rigore perché non c’era, lo abbiamo poi rivisto a fine partita». Una scelta, quella dell’arbitro Sozza di Seregno, che non va giù all’allenatore del Venezia, e non è la sola. «Non ho parlato mai degli arbitraggi finora, però stavolta dico qualcosa pure del gol annullato a Geijo. È stato un errore perché aveva già subito rigore e ha segnato, ed era valido. Poi, per carità, abbiamo sbagliato anche noi in certe situazioni, come sul 3-3. Ma siamo . Gli episodi, quando ci sono, vanno interpretati nel modo giusto». (Da La Nuova Venezia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy