Venezia, Perinetti: “Ci accostano tanti nomi ma cambieremo poco. Parma nostra rivale numero uno”

Venezia, Perinetti: “Ci accostano tanti nomi ma cambieremo poco. Parma nostra rivale numero uno”

“Arriverà un terzino a destra di sicuro. Luciani è giovane, si sta ambientando nella categoria, Fabris è un terzino adattato, mentre Baldanzeddu è stato discontinuo, abbiamo 2-3 opzioni nel ruolo. Zampano è agevolato perché è un giocatore svincolato, quindi non dovremmo trattare con una società”. Così Giorgio Perinetti, intervistato da La Nuova Venezia all’apertura del mercato. “La nostra lista ha una casella vuota – spiega il ds del Venezia –  i senior sono 15, quindi l’arrivo di un terzino in teoria non comporterebbe la cessione di nessuno». Sulle possibili partenze: “Noi siamo contenti della nostra rosa, finora nessuno né direttamente né tramite i propri procuratori ha manifestato l’intenzione di andar via per trovare più spazio. Parlerò con i dirigenti del Torino per Edera, era venuto al Venezia per giocare e ha trovato poco spazio, rischia di averne ancora meno con il rientro di Fabiano, che sarà a tutti gli effetti quasi un nuovo acquisto per l’attacco». Alex Pederzoli è accostato a Padova e Parma, anche se il Venezia non intende privarsi del suo regista, anche se nelle ultime partite Inzaghi lo ha alternato allo sloveno Leo Stulac, ma soprattutto difficilmente rinforzerà una diretta avversaria per la promozione. Per l’attacco sono stati abbinati al Venezia anche i nomi di Mancuso (Sambenedettese), De Cenco (Trapani) e Ferretti (Trapani), mentre il Vicenza ha sondato per Ferrari. “È il mercato – continua Perinetti – come è capitato in estate ci vengono attribuiti tanti nomi, il Venezia non ha però bisogno di tanti volti nuovi. L’avversario più temibile per la promozione? Rimane sempre il Parma, anche se Padova, Pordenone e Reggiana sono in corsa”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy