Brutto k.o. casalingo per la Tonazzo

Brutto k.o. casalingo per la Tonazzo

Commenta per primo!

Tonazzo Padova – Sidigas Atripalda 0-3

(26-28; 20-25; 12-25)

Tonazzo Padova: Mattera 4, Moretti 4, Vedovotto 9, Volpato 5, Rosso 10, Salgado 4, Balaso (L); Leonardi 1, Giannotti 2, Garghella, Pedron. Non entrati: Maniero. Coach: Luigi Schiavon.

Sidigas Atripalda: Scappaticcio 3, Cazzaniga 12, Candellaro 13, Di Marco 8, De Paola 12, Libraro 11, Cortina (L); Izzo, Cavaccini. Non entrati: Gabriele, D’Angelo, Bassi. Coach: Michele Totire.

Arbitri: Rolla – Oranelli.

Durata: 31’, 26’, 22’. Tot. 1h 19’.

Spettatori: 1.801.

Incasso: 3.080 Euro.

Turno infrasettimanale per la Tonazzo Padova, che ospita la Sidigas Atripalda di coach Totire. I bianconeri, reduci dalla vittoria per 0-3 a Matera, vogliono riscattarsi davanti al pubblico di casa dopo lo scivolone interno contro Città di Castello. I bianconeri schierano il sestetto base visto la scorsa settimana, con Mattera al palleggio, Moretti opposto, la coppia Volpato – Salgado al centro, Rosso e Vedovotto in banda, Balaso libero.

Le prime battute di gioco vedono le squadre in equilibrio, con Vedovotto in evidenza per i padroni di casa (5-5). A chiudere il primo time out tecnico a suo vantaggio è però Atripalda, che manda in panchina le squadre con il colpo vincente di Di Marco (6-8). Con il muro su Cazzaniga del capitano Rosso e l’ace vincente di Vedovotto, la Tonazzo Padova chiude a suo favore il secondo time out tecnico (16-15). Coach Totire corre ancora ai ripari chiamando una pausa di gioco dopo l’errore in attacco di Cazzaniga che porta il risultato sul 18-15. E’ ancora Salgado a bloccare il colpo dell’opposto Cazzaniga con il muro del 22-18 e con Vedovotto in grado di mettere in difficoltà la ricezione di De Paola. La reazione di Atripalda però non si fa attendere e – complice qualche errore di impostazione per i patavini – pareggia i consti sul 23-23 con il muro di De Paola su Moretti. Il primo set point arriva sulla murata a Vedovotto (23-24). A chiudere a suo favore il set sono gli ospiti: decisivi l’errore al servizio e quello in ricezione di Vedovotto che regalano il 26-28 ad Atripalda.

L’avvio di secondo set vede Padova molto fallosa al servizio, con De Paola che ne approfitta per allungare (4-6). I bianconeri faticano a trovare le redini del gioco, tanto che Cazzaniga & C. chiudono facilmente 5-8 il primo time out tecnico. Coach Schiavon gioca la carta Giannotti per Moretti, con Mattera attento sotto rete e in grado di portare i suoi verso la rimonta (10-10). Padova sembra timorosa e questo consente ai ragazzi di coach Totire di riprendere un margine di vantaggio (12-16). De Paola gioca nettamente meglio rispetto alla prima frazione di gioco e questo porta Atripalda sul 14-19. Nonostante la girandola di cambi, Padova fatica a riprendersi. Atripalda chiude 20-25.

In avvio di terzo set rimangono in campo Giannotti e Pedron per Mattera. Lo scoramento in casa bianconera è evidente e Libraro ne approfitta per portare subito le distanze fra le due squadre (3-6). Il servizio errato di Pedron chiude il primo time out tecnico sul 5-8. Purtroppo coach Schiavon deve rinunciare a Salgado, che esce dal campo per un risentimento al ginocchio destro: al suo posto Leonardi. Sul 6-10 rientrano Moretti e Mattera, ma la situazione non cambia. Il nervosismo dei patavini aumenta e Cazzaniga punisce: 7-16. E’ un tiro al bersaglio: il match si chiude 12-25.

Mattia Rosso (Tonazzo Padova): “Dopo la brutta prova con Città di Castello pensavo sinceramente che questo non potesse riaccadere. Purtroppo è successo di nuovo in casa e – con tutto il rispetto per i nostri avversari – anche questa volta siamo stati soprattutto noi gli artefici di questa sconfitta. Il valore della nostra squadra non è questo. Non siamo una formazione ammazza campionato, ma di sicuro sappiamo fare molto meglio e lo abbiamo dimostrato anche a Matera. Capisco la delusione del pubblico, ma è in questo momento che abbiamo bisogno dei nostri supporter per uscire da questa situazione. Andiamo a Reggio Emilia per vincere”.

Mario Scappaticcio (Sidigas Atripalda): “Eravamo venuti a Padova consci di poter portare a casa un risultato utile. Siamo stati bravi a seguire le indicazioni del coach e sicuramente questi tre punti, oltre a fare classifica, fanno morale. Questa squadra può ancora crescere ma voglio fare i complimenti ai miei compagni perché stasera abbiamo giocato col giusto atteggiamento”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy