Le magnifiche tre sono diventate due: l’A1 è affare solo per Padova e Monza

Le magnifiche tre sono diventate due: l’A1 è affare solo per Padova e Monza

Commenta per primo!

La sfida a tre stile “Il buono, il brutto e il cattivo” è diventata un normale duello. L’ultimo turno di un campionato di volley di A/2 quanto mai incerto per quanto riguarda la corsa per il primo posto, un verdetto l’ha emesso: Sora, senza Daldello e con Tamburo a mezzo servizio, ha perso a Ortona ed è stata automaticamente tagliata fuori, rimanendo a 36 punti con sole due gare da giocare. A contendersi la vetta, dunque, che regala la promozione diretta in A/1, sono rimaste Tonazzo, prima a quota 43, e Vero Monza, secondo a 42. Tonazzo che tuttavia, domenica scorsa ha faticato non poco a sbarazzarsi del Corigliano nonostante il risultato (3-0) sembri indicare tutt’altro. Il tecnico Baldovin sa che più che stanchezza si tratta di una questione di nervi per quanto riguarda i suoi ragazzi. La città, inutile dirlo, comincia a sognare, visto che è gratis. Anche se Monza è lì, e non molla. Il futuro. La dea bendata si è divertita parecchio col calendario di A/2. Le prime tre osserveranno il proprio turno di riposo una dopo l’altra. Comincerà Monza, in sosta domenica, mentre la Tonazzo sarà a Castellana Grotte, ospite di una squadra attardata in classifica ma molto in salute, come dimostra la vittoria ottenuta due giorni fa a Milano. L’imperativo è quello di sfruttare l’opportunità per mettere pressione ai brianzoli, anche perché, domenica 9 marzo, toccherà a capitan Rosso e soci fermarsi, mentre Monza sarà in casa della modesta Cantù. Per finire, domenica 16, ci sarà proprio Monza-Padova, quella che sembra già una sorta di finale, mentre in sosta andrà Sora. I numeri. Le statistiche continuano a premiare i bianconeri. Nel caso, plausibile, di un arrivo a pari punti conterà il numero di vittorie, con gli uomini di Baldovin al momento in vantaggio, dato che ne hanno infilate 16 contro le 15 dei lombardi. Facile però che in caso di arrivo alla pari il numero di successi sia lo stesso. E allora conterà il quoziente set (oggi a 2.43 per Padova, 2.23 per Monza) e, in terzo luogo, il quoziente punti (1.13 contro 1.10 a favore della Tonazzo). Va da sé che ogni singolo punto realizzato potrà rivelarsi decisivo. Guerrieri card. Intanto Padova lancia la nuova partner card “Guerrieri per passione”, rivolta ai tifosi. Comprende l’abbonamento con posto numerato per la prossima stagione, l’invito a un evento con la squadra, l’iscrizione alla newsletter e lo sconto del 20% sui prodotti che si trovano allo stand merchandising del PalaFabris. La vera novità riguarda però i grandi vantaggi concessi da numerose aziende sponsor, dai ristoranti ai supermercati. La tessera costa 350 euro ma, se richiesta entro il 20 aprile, costerà 250.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy