Pallavolo: Padova passa a Cantù e rimane in testa

Pallavolo: Padova passa a Cantù e rimane in testa

Commenta per primo!

Padova 40, Monza 39, Sora 36. A quattro giornate dal termine (ma sono tre le partite da giocare, considerato il turno di riposo che dovrà affrontare a turno l’intero terzetto alla guida della classifica) la classifica di serie A2 parla ancora padovano, grazie alla vittoria in trasferta degli uomini di coach Baldovin a Cantù. Di seguito cronaca e tabellino (dal sito ufficiale) dell’importante vittoria di questa sera della Tonazzo: 

Cassa Rurale Cantù – Tonazzo Padova 2-3

(32-30; 19-25; 19-25; 25-23; 10-15)

Cassa Rurale Cantù: Morelli 16, Monguzzi 5, Mercorio 13, Gerosa 3, Ippolito 20, Robbiati 5, Butti (L); Spirito, De Luca 12. Non entrati: Bargi, Riva, Fiorelli (L), Laneri. Coach: Massimo Giuseppe Della Rosa.

Tonazzo Padova: Mattei 2, Vedovotto 22, Orduna 2, Giannotti 17, Rosso 27, Volpato 11, Balaso (L); Garghella, Paoli 6. Non entrati: Gozzo, Groppi, Casaro. Coach: Valerio Baldovin.

Arbitri: Bertolini-Gelati.

Durata: 35’, 24’, 25’, 29’, 15’. Tot. 2h 08’.

Spettatori: 500 circa.

Trasferta importante per la compagine bianconera, impegnata nell’ostica sfida contro i lombardi della Cassa Rurale Cantù. Una cinquantina i tifosi giunti da Padova per sostenere i patavini. Coach Baldovin schiera dall’inizio Orduna al palleggio, la coppia Rosso-Vedovotto in banda, Volpato e Mattei al centro, Giannotti opposto, Balaso libero. Si combatte punto a punto nelle prime battute, ma i padroni di casa si portano sul 10-7 dopo l’ace di Mercorio e la diagonale vincente di Morelli. Con Mattei al servizio i patavini mettono in difficoltà la ricezione avversaria, anche se a chiudere il time out tecnico è Cantù con il mani out che vale il provvisorio 12-11. Il testa a testa prosegue, fino al muro di Morelli che – sul 19-17 – costringe coach Baldovin a chiamare il suo primo time out discrezionale. Si torna in campo, ma la Tonazzo deve ancora fare i conti col muro di Morelli su Vedovotto: 21-18 e secondo time out per i patavini. Rosso prende per mano la squadra e il servizio vincente di Giannotti porta il set sul 22-22 con il time out questa volta richiesto da coach Della Rosa. Si va ai vantaggi e i bianconeri sciupano tantissimo al servizio, regalando quattro palle set ai padroni di casa. A chiudere ci pensa un ace di Cantù: 32-30.

Difficile anche l’avvio di secondo set. Dopo essersi portati avanti per 4-6, i bianconeri sbagliano molto in attacco e al servizio, con Cantù a guadagnare il vantaggio (8-7). E’ un testa a testa esten uante, che Giannotti interrompe con il punto dell’11-12. Si torna in campo e questa volta la Tonazzo non cerca l’ace forzato ma di giocare ogni azione. Mossa giusta, perché con Vedovotto e Giannotti i bianconeri salgono 13-17 costringendo Cantù al time out. La Tonazzo mette in campo Paoli per Mattei e il punto del 22-16 arriva sulla murata vincente di Vedovotto. E’ lo schiacciatore patavino l’uomo set, che chiude col muro del 19-25.

Intenso pure l’inizio del terzo set. Cantù si porta avanti 12-9 dopo l’ace di Mercorio e l’attacco che tocca l’asta del capitano Rosso. Le squadre rientrano in campo e con Vedovotto al servizio la ricezione vacilla nuovamente. Il muro di Orduna e l’attacco di Rosso portano il risultato sul provvisorio 15-16. Sul 17-20 firmato da Rosso arriva il time out di coach Della Rosa. Al ritorno sul parquet di gioco il muro di Paoli mette a segno il 17-21. Padova ormai deve solo gestire. A chiudere è ancora lui, Paoli: 19-25.

Il quarto set comincia col perentorio 2-0 dei padroni di casa con un muro sull’attacco di Giannotti. Il neo entrato De Luca al servizio trova un doppio ace che fa esplodere il pubblico di casa e la Tonazzo deve da subito rincorrere: 7-3. La Tonazzo non perde le staffe e recupera punto su punto fino al’11-11 con attacco out di Cantù. Sul muro di Giannotti, la palla però termina nel campo di Padova e i lombardi chiudono 12-11 il time out tecnico. Con il solito De Luca al servizio, la ricezione patavina va in affanno e questo consente a Mercorio & C. di riportarsi in vantaggio 16-13 con seguente time out chiamato da coach Baldovin. Nonostante il grandioso recupero patavino, il finale è di marca Cantù, capace di chiudere 25-23 e mandare il match al tie break.

Come per tutta la durata del match, anche al tie break si gioca su ogni palla. Al cambio campo i bianconeri sono avanti 6-8 dopo l’attacco di Giannotti. La Tonazzo vuole vincere e questa volta non sbaglia: il muro di Paoli vale il 10-15 che regala due punti ai patavini.

Valerio Baldovin (coach Tonazzo Padova): «E’ stato un altro match vinto dal punto di vista mentale. Noi abbiamo sbagliato molto nel primo set, questo è vero, ma dall’altra parte della rete abbiamo trovato una squadra molto attenta, precisa e motivata. Per il prossimo match dovremo essere più precisi al servizio, ma è importante mantenere questa forza caratteriale».

Mattia Rosso (Tonazzo Padova): «Ancora una volta il nostro avversario ha giocato la partita della vita. Ma si sa, soprattutto in questa parte finale della stagione tutti vogliono giocare al massimo contro di noi. L’importante è aver portato a casa ancora una vittoria».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy