Pallavolo, si infrange contro Molfetta il sogno della Tonazzo

Pallavolo, si infrange contro Molfetta il sogno della Tonazzo

Nulla da fare, niente promozione in A1. Il sogno padovano si infrange contro Molfetta, i bianconeri non riescono a riaprire la serie e i pugliesi festeggiano l’approdo in A1. Queste le parole di coach Schiavon: «Complimenti comunque ai miei ragazzi e a Molfetta, promossa meritatamente». Di seguito la cronaca della partita, dal sito ufficiale:

Exprivia Molfetta – Tonazzo Padova 3-1

(22-25; 25-23; 25-22; 27-29)

Exprivia Molfetta: Castard 9, Van Dijk 27, Del Vecchio 3, Giglioli 8, Giosa 4, Saitta 2, Rizzo (L); Morelli, Aprea, Mattei 2, Verhanneman 8, Ippolito 7 . Coach: Juan Manule Cichello.

Tonazzo Padova: Leonardi 6, Vedovotto 8, Giannotti 27, Rosso 17, Mattera 4, Salgado 5, Balaso (L); Volpato 2, Garghella. Non entrati: Moretti, L. Pedron, Maniero. Coach: Luigi Schiavon.

Arbitri: Goitre-Simbari.

Durata: 30’, 28’, 30’, 36’. Tot. 2h 04’.

Spettatori: 1.200 circa.

Importantissima Gara3 per la Tonazzo Padova in questa serie di finale Linkem Cup play off A2 che vede i pugliesi avanti per 2-0 nella serie. I bianconeri schierano il sestetto base con Mattera al palleggio, Rosso e Vedovotto in banda, Salgado e Leonardi al centro, Giannotti opposto, Balaso libero.

1° SET

Coach Cichello lascia spazio a Castard, tra i protagonisti della vittoria di domenica scorsa al PalaFabris. Proprio lui sigla il 3-1 iniziale che vede l’Exprivia trascinata dal pubblico di casa. Lo schiacciatore francese è il trascinatore di questa fase iniziale e l’attacco out di Rosso costringe coach Schiavon a chiamare subito time out sul 6-2. L’attacco sulla rete di Leonardi e l’ace di Castard complicano le cose (8-2) e il divario aumenta con l’attacco positivo di Del Vecchio (11-3). Pecca di lucidità l’attacco patavino, con il solo Giannotti ad essere preciso in attacco (12-5). A chiudere il secondo time out tecnico è l’olandese Van Dijk con la Tonazzo che appare in netta difficoltà. Al ritorno in campo arriva il tentativo di reazione con Giannotti e Leonardi (16-11) e solo in questo punto del set i bianconeri trovano maggiore equilibrio rispetto all’avvio. Molfetta subisce il ritorno dei bianconeri e dopo il punto di Rosso e l’attacco errato di Van Dijk, coach Cichello chiama time out sul 17-14. Il muro di Mattera e il pallonetto di Giannotti accorciano 17-16 con Padova che mette il fiato sul collo all’Exprivia. Il netto calo di Van Dijk toglie certezze a Saitta & C. e sul 18 pari la Tonazzo tenta il miracolo: il sorpasso è firmato Rosso (18-19). Prende vita una duello testa a testa, con il giovane Balaso protagonista di grandi difese. Diversi gli errori da una parte e dall’altra, con Padova in vantaggio comunque sul 22-23 grazie ad un servizio sulla rete di Del Vecchio. Il muro di Giannotti su Castard porta la Tonazzo al set ball sul punteggio di 22-24 e la brutta ricezione sul servizio si Salgado consegna a Padova il primo set.

2° SET

Giannotti sigla il primo punto del secondo set e il muro su Castard impensierisce coach Cichello che vede i suoi ragazzi in difficoltà (0-2). Molfetta ritrova la parità sul 3-3 dopo un errore di Rosso ma Salgado appare in forma (3-4). Grande l’equilibrio in questa fase, con il PalaPoli gremito a tifare per la propria squadra (6-6). Al primo time out tecnico sono i padroni di casa in leggero vantaggio con il servizio di Vedovotto che si spegne contro il nastro (8-7). Aumenta il vantaggio sul 14-12 dopo la pipe di Castard e l’attacco fuori di Rosso, ma la Tonazzo costringe Molfetta a giocare senza troppa tranquillità, mettendo pressione ai pugliesi. Anche Castard sbaglia e il 15-15 evidenzia il grande equilibrio in campo. Anche questa volta però è Molfetta a chiudere 16-15 il secondo time out tecnico con Giannotti che pesta la linea dei 3 metri. Castard sbagli ancora al servizio (18-18) con Saitta che si affida soprattutto a Van Dijk, tra i più precisi in questa fase (19-18). Vedovotto e Mattera ribaltano la situazione, col regista bianconero che mura il punto del 19-20 e costringe coach Cichello a riparare in time out. I 6 errori al servizio per la Tonazzo pesano in questo set e l’ace di Verhanneman spinge Molfetta sul 22-21. Rosso conquista con rabbia il 23-23 e il primo set ball è per Molfetta col servizio di Padova sulla rete che costringe coach Schiavon al time out. Si torna in campo e Molfetta è brava a sfruttare il servizio di Saitta e contrattaccare con Van Dijk per il 25-23 finale.

3° SET

Effervescente anche l’inizio del 3° set, con Van Dijk solito trascinatore per Molfetta e con Padova precisa grazie a Rosso e Salgado (3-3). Ancora una volta è la scarsa precisione al servizio a giocare un brutto scherzo alla Tonazzo: Vedovotto spara fuori la palla del 7-5 ma sono sempre Giannotti e Salgado a rimediare (7-7). Leonardi manda di poco out la battuta dell’8-7 momentaneo. Non solo Padova sbaglia: i due errori consecutivi di Giglioli regalano l’8-10 ai bianconeri e l’allenatore argentino chiede pausa di gioco. Giannotti stacca con la bomba del 10-13 ma Molfetta può contare sull’ottimo Van Dijk, uomo in più per i pugliesi. A chiudere il secondo time out tecnico per la Tonazzo è il muro di Leonardi per il provvisorio 13-16. Sul 15-18 sono diverse incertezze difensive a permettere a Molfetta di pareggiare i conti, complice un errore in primo tempo di Salgado che costringe coach Schiavon a chiedere pausa sul 18-18. Il muro su Giannotti ribalta la situazione (20-19) e il PalaPoli incita la squadra che si porta sul 21-19 costringendo nuovamente coach Schiavon al time out. Molfetta odora la vittoria del set e mura il 22-19 che fa esplodere di gioia il pubblico. Padova non molla e con Giannotti e il tocco di prima intenzione di Mattera si riporta sul 23-22. Van Dijk guadagna il set ball sul 24-22 e il muro su Leonardi consegna anche il terzo set a Molfetta: 25-22.

4° SET

L’Exprivia sente di trovarsi ad un solo set di distanza dalla serie A1 e con Van Dijk picchia duro sfruttando pure l’errore di Rosso in attacco (4-1). L’ace del 5-1 di Saitta mette subito in salita la strada della Tonazzo che ricorre ancora al time out. Padova torna in campo e Salgado spara il primo tempo fuori: 7-1 e Tonazzo che subisce. Coach Schiavon inserisce Volpato al posto del centrale cubano, molto falloso in questa fase. Al primo time out tecnico Molfetta è avanti 8-3 con il solo Giannotti ad andare a punto per la Tonazzo. I bianconeri semrbano ritrovare un po’ di ritmo e accorciano il divario sul 10-8 con due azioni punto consecutive di Leonardi. Si torna in campo e Vedovotto trova il suo primo ace del match (10-9), ma subito l’Exprivia ripaga con la stessa moneta (12-9). Come un elastico, il punteggio vede la Tonazzo nuovamente riavvicinarsi agli avversari sul 12-11 con Volpato e il 13-13 porta la firma di Giannotti. Van Dijk e la poca precisione di Vedovotto su azione regalano il 16-14 a Molfetta che può tornare a respirare. L’opposto olandese è scatenato e trascina i suoi in questo finale (19-16) che trova in Rosso l’autore del 23-21 che tiene aperte le speranze patavine. Volpato ottiene il 23-22 a muro e coach Cichello va al time out. Il muro fuori della Tonazzo regala il match ball sul 24-22 a Molfetta ma gli errori dei padroni di casa portano il match ai vantaggi: 24-24. La lotta dei nervi prosegue punto a punto ma un muro su Giannotti e un attacco toccato dalla difesa patavina chiudono il match 29-27. L’Exprivia Molfetta festeggia la serie A1.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy