Phyto illude, Santa Croce chiude

Phyto illude, Santa Croce chiude

Commenta per primo!

Phyto Performance Padova – NGM Mobile Santa Croce 2-3

(25-22; 25-13; 28-30; 13-25; 8-15)

Phyto Performance Padova: Tiberti 2, Uchikov 19, De Marchi 13, Rosso 13, Sabo 9, Burgsthaler 11, Garghella (L), Gottardo 1, Koshikawa 1, Pagni, Busi, Giannotti, Zingaro (L). Allenatore: Paolo Montagnani.

NGM Mobile Santa Croce: Monopoli 1, Baldaccini 7, Hrazdira 11, Noda Blanco 13, Elia 13, Tamburo 22, Tosi (L), Mattioli 2, Pambianchi, Tosi, Cotroneo. Non entrati: Catania (L). Allenatore: Gianlorenzo Blengini.

Arbitri: Prandi-Gelati.

Spettatori: 1.122.

Incasso: 1.610 euro.

Appuntamento di Coppa Italia per la Phyto Performance Padova, che ospita la NGM Mobile di Santa Croce per la sfida valida per accedere alla finale di Verona del prossimo 23 gennaio 2011.

Coach Paolo Montagnani si affida al sestetto visto nelle ultime gare di Regular Season, con De Marchi e Rosso in banda, Sabo e Burgsthaler al centro, Uchikov opposto, Garghella libero. I bianconeri partono bene, con De Marchi e Uchikov che premono da subito l’acceleratore (4-1). Santa Croce si affida ai colpi di Hrazdira, anche se i numerosi errori in attacco degli ospiti permettono a Tiberti & C. di tenere le distanze (17-14). Con Noda Blanco al servizio, Santa Croce rimane attaccata al risultato (18-17) e il muro di Tamburo su De Marchi porta il punteggio alla parità (19-19). Il muro di Tiberti e l’ace di Sabo su servizio spalancano ai bianconeri la strada per il 25-22.

Il secondo set inizia sulla falsa riga del primo, con Uchikov preciso in attacco (3-1). Burgsthaler dimostra di essere in ottima serata e mette a terra il punto dell’8-5 sfruttando ancora un errore al servizio degli ospiti. I bianconeri vivono il loro momento migliore, con Rosso attivo in attacco, Sabo attento a muro e Uchikov potente al servizio. Sul 13-8 coach Blengini chiede time out, ma al ritorno in campo i bianconeri proseguono nella serie positiva (doppio ace del 16-8 per l’opposto bulgaro di Padova). Il set è a senso unico per Padova che chiude così col punteggio di 25-13 col 62% in attacco contro il 36% di Santa Croce.

Anche nel terzo set parte molto bene con De Marchi positivo in attacco (4-1). Il grande lavoro dei centrali e il solito Noda Blanco al servizio consentono a Santa Croce però di ribaltare il risultato sul 5-8. Sul punteggio di 8-12 (attacco di Rosso murato), il tecnico bianconero chiede time out per rompere il trend positivo toscano. Al ritorno sul parquet del PalaFabris, i bianconeri diventano più precisi e questo permette a De Marchi e compagni di arrivare sul 19-19. Sul 20-22 coach Montagnani chiede time out e i successivi due errori di Tamburo consentono alla Phyto Performance di pareggiare i conti. Il finale è un continuo testa a testa che si conclude con l’attacco out di Uchikov per il 28-30 che consente a Santa Croce di rimanere in partita.

Nel quarto set Santa Croce ci mette l’anima, Noda Blanco la precisione e Monopoli la grande perseveranza in difesa. Il colpo di Elia porta il punteggio sul 12-16 e la Phyto Performance respira una pesante aria da tie break. Coach Montagnani tenta la carta Koshikawa al posto di De Marchi e Giannotti per uno stanchissimo Uchikov.Il set però è monopolizzato da Santa Croce e si conclude 13-25.

Anche nel tie break la Phyto Performance Padova fatica a trovare il ritmo toscano e i ragazzi di coach Blengini allungano subito grazie ad un sempre più decisivo Elia (4-10). Nonostante i due time out chiamati da Montagnani, è la squadra toscana a chiudere il set e il match con un insperato ma meritato 8-15.

La Phyto Performance Padova tornerà in campo domenica 16 gennaio al PalaFabris per la sfida casalinga delle ore 18.00 contro la Pallavolo Pineto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy