Phyto, prove tecniche di fuga

Phyto, prove tecniche di fuga

I ragazzi di Montagnani vincono anche a Gela

Commenta per primo!

Prove tecniche di fuga. La Phyto e vince in maniera clamorosa a Gela (1-3) e si consolida in testa all’A2 di volley. Ravenna, diretta concorrente cade a Milano con un rotondo 3-0 e per i padovani il sorriso è doppio. Il balzo in avanti significa promozione in A1 sempre più vicina.

La traduzione? La Phyto vola a +6 dai rivali romagnoli, (53 a 47) e per la prima volta mette una gara di distanza con la Marcegaglia in piena crisi. E giovedì è di nuovo campionato con la settima di ritorno alle 20,30 (diretta SportItalia) contro Mantova nel posticipo.

Vittoria incredibile si diceva. Già, perché i padovani sono stati autori di due splendide rimonte nel secondo e nell’ultimo set. Entrambi sembravano andati, entrambi recuperati. Il match si mette già bene nel primo parziale. Tiberti e compagni si portano sul 10-16 alla pausa tecnica e mantengono il vantaggio necessario per chiudere sul 20-25. Nel secondo qualche segnale di cedimento. La partita fila punto a punto, con Gela che sembra in grado di equilibrare la sfida (20-17). Servono i vantaggi, ma poi Padova è brava a chiudere sul 24-26 dimostrando tutto il suo carattere. Gara chiusa? No, anzi i padroni di casa prendono coraggio e trovano la chiave giusta per mettersi in carreggiata.

Nel terzo gioco sono avanti di 3 punti alla pausa tecnica del 16-13, incrementando sino al 22-17 per portare a casa il set sul 25-18. L’ultimo? Sembra una fotocopia del primo tanto che su 23-18 tutto fa presagire al tie break. Poi l’impensabile si realizza. La Phyto riprende le redini, mettendo in serie 7 punti consecutivi (23-25).

Felice Montagnani: «Devo fare i complimenti ai ragazzi, che hanno ottenuto tre punti fondamentali. Per noi sono positive le sconfitte delle dirette concorrenti, però mancano ancora 10 partite e dobbiamo restare concentrati».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy