Phyto, tutto facile con il fanalino di coda

Phyto, tutto facile con il fanalino di coda

Commenta per primo!

La vittoria del collettivo. Come previsto la Phyto Padova si sbarazza senza problemi del fanalino di coda della classifica, Club Italia A.M. Roma (3-0), confermando la prima posizione nel ranking di A2. Gara senza storia quella di ieri, visto il gap tecnico che separa le due formazioni. La nota positiva è il ritorno di De Marchi su buoni livelli. Montagnani tiene a riposo nel 2° e nel 3° parziale Koshikawa, dando fiducia a Cico e Sabo. Primo set in discesa: 25-16 con Rosso in grande spolvero.

Nel secondo la sfida viaggia punto a punto, complici i molti esperimenti di Montagnani. Sul 25-26 sembra che l’incredibile si avveri, ma poi Padova trova nei muri di Burgsthaler l’arma in più per chiudere 29-27.

La Phyto dà spettacolo nell’ultimo parziale. Da antologia il punto del 19-11, con Tiberti che salva di piede in mezza rovesciata e De Marchi azzecca il bagher che miracolosamente va giù. Per il resto la gara è più simile a un allenamento e Padova chiude sul 25-16. Peccato solo che Ravenna abbia fatto la voce grossa a Gela (0-3) e che il vantaggio sui romagnoli sia quindi immutato (59 a 53).

Entusiasta caoch Montagnani a fine match. «La gara ha dimostrato che questa squadra ha diverse alternative che ci consentono soluzioni importanti. C’è bisogno di tutti e troveranno spazio anche i giocatori meno impiegati. Continuiamo così, però senza farci distrarre dalla classifica».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy