Tonazzo, al PalaFabris passa Milano

Tonazzo, al PalaFabris passa Milano

Commenta per primo!

Tonazzo Padova – Revivre Milano 2-3

(25-23; 25-21; 28-30; 27-29; 11-15)

Tonazzo Padova: Mattei 9, Orduna 5, Giannotti 23, Rosso 16, Volpato 5, Quiroga 22, Balaso (L); Gozzo, Garghella 1, Aguillard 2. Non entrati: Milan, Beccaro. Coach: Valerio Baldovin.

Revivre Milano: Bencz 27, Horstink 10, Patriarca 2, Mattera, De Togni 8, Veres 17, Rizzo (L), Bermudez, Kauliakamoa 1, Dos Santos 9, Preti, Valsecchi 10. Non entrati: Cerbo (L). Coach: Marco Maranesi.

Arbitri: Longo-Goitre.

Durata: 27’, 30’, 36’, 34’, 15’. Tot. 2h 22’.

Spettatori: 2.816.

Incasso: 8603 euro.

MVP: Dos Santos Vinicius (Revivre Milano).

Padova e Milano alla ricerca di punti davanti alle telecamere di Rai Sport 1. Davanti a 2.816 spettatori, le due squadre si affrontano a viso aperto. Curiosità: in campo nelle file della Revivre, tre dei sette giocatori schierati dall’inizio sono ex di Padova.

Avvio di gara molto intenso, con le squadre attente su ogni pallone e con Mattei che conferma le sue doti in attacco al centro (7-7). Nonostante i diversi errori al servizio degli ospiti, sono loro a chiudere in vantaggio per 9-12 il time out tecnico sfruttando l’errore in attacco di Giannotti. Ancora una volta Mattei e il capitano Rosso prendono per mano i veneti costringendo coach Maranesi al time out sul 18-16. Nel finale i lombardi annullano due set ball riportandosi col fiato sul collo (24-23), ma Benc manda il servizio sulla rete regalando il primo parziale ai bianconeri.

Nel secondo set la Revivre inizia con l’acceleratore a tavoletta, con Horstink che piazza a terra il parziale 0-4. Il vantaggio viene man mano rosicchiato da un ottimo Mattei e un altrettanto attento Quiroga, con quest’ultimo che regala il 12-11 alla Tonazzo. La lotta prosegue punto a punto ma nel finale di set Mattei e Giannotti mettono in campo dei colpi implacabili per il 25-21.

All’inizio del terzo set il pubblico del PalaFabris si alza in piedi per un grande applauso di solidarietà dopo aver appreso la notizia della strage in Afghanistan durante una partita di volley, contrastata al tempo stesso per la gioia della liberazione di Ghoncheh. Milano trova con l’ex Veres  una serie positiva, tanto da spingere la Revivre sul 7-9. L’ace del 10-10 firmato dal capitano della Tonazzo, Mattia Rosso, fa capire che probabilmente sarà un altro set molto combattuto. Si va ai vantaggi e questa volta ad avere la meglio sono gli ospiti, che caparbiamente conquistano il 28-30 grazie al primo tempo di De Togni. 

La Revivre sente profumo di rimonta e l’avvio del quarto set li vede protagonisti. Al time out tecnico si va sul 9-12 dopo l’ace realizzato da Dos Santos. Milano si mette nei guai da sola, spedendo fuori una serie di attacchi che portano il punteggio sul 13-13. Ancora una volta si va ai vantaggi e i delicati equilibri vengono rotti sul 27-29 con il fallo di seconda linea commesso da un finora buonissimo Giannotti.

Il tie break vede nuovamente la Revivre più precisa in difesa e in fase di ricostruzione. Sul 2-5 arriva il time out di coach Baldovin, con Milano che sogna la vittoria. L’ace di Valsecchi sul 4-10 spegne l’entusiasmo del PalaFabris, ma Padova non demorde e con Giannotti molto cercato da Orduna recupera 8-11. La volontà di Milano però ha la meglio e Valsecchi chiude 11-15. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy