PDT: Che fila al botteghino per Padova-Ravenna!

PDT: Che fila al botteghino per Padova-Ravenna!

Le emozioni, la passione, le parole di un grande tifoso del Padova. Sempre in Curva Fattori, sempre in trasferta. “Parola di tifoso” (PDT) è lo spazio dedicato al tifo biancoscudato, quello vero. Senza filtri.

E dopo tanto parlare, riparte la stagione con la Coppa Italia. Avversario di turno il Ravenna, che non è certo uno degli avversari di maggior richiamo ma che evoca sempre bei ricordi nella mente di ogni tifoso biancoscudato. E poi la curiosità di vedere all’opera la squadra è molta, quindi per chi rimane in città a Ferragosto è scontata la presenza sugli spalti. Per l’occasione la società ha deciso di tenere aperti i soli settori di Tribuna Ovest e Fattori, e le biglietterie aprono alle 18,30. Mi reco allo stadio verso le 19 e posso notare come le biglietterie siano già belle che prese d’assalto. E più passano i minuti, più la colonna aumenta. Riesco ad avere il biglietto grazie a un socio già incolonnato da almeno mezzora, ma altri ragazzi non hanno la mia fortuna: c’è chi si farà un’ora e mezza di colonna per una partita di Coppa Italia a Ferragosto che alla fine richiamerà poco più di 1600 spettatori! Vi sembra normale? Alla fine le società di questo non hanno colpa (anche se sarebbe ora che cominciassero a ribellarsi e ad alzare la voce), ed allora mi viene da chiedere alla Lega Calcio ed al Ministero degli Interni: sarebbero questi i sistemi con cui volete (ri)avvicinare le famiglie allo stadio? Un’ora e mezza di colonna per una sicurezza che esiste solo nelle vostre parole?

Una volta preso il biglietto mi avvio verso i tornelli dove ho un’altra divertente sorpresa: i suddetti tornelli non funzionano! Non sono stati caricati (ma che significa?) e pertanto non leggono i biglietti. Pertanto il tornello viene azionato manualmente e uno steward dall’altra parte si preoccupa di strappare il biglietto a mano. Una barzeletta. C’è ancora qualche temerario che ha il coraggio di difendere un sistema del genere? Si faccia avanti! Morale della favola: un’ora e mezza per prendere un biglietto che non sarà nemmeno letto dai tornelli. Sarebbe bello che queste cose le scrivessero anche i giornali locali, invece di preoccuparsi di ciò che viene pubblicato nei profili di Facebook…

Dentro lo stadio la cornice di pubblico è tipicamente ferragostana: in Fattori si sta quasi tutti seduti ed in silenzio, mi domando sinceramente perchè (non capirò mai il senso di “snobbare” la Coppa Italia che ha sempre avuto la nostra tifoseria). La Sud è chiusa e in Ovest è presente l’unico tifoso ravennate, che porta con se una pezza ed una bandiera. Pare che in realtà fosse accompagnato dalla sua amorevole piadina, che non è riuscita ad entrare perchè sprovvista di documenti per prendere il biglietto ai tornelli… Battute a parte, direi che è lo scenario che si prospetta a lungo andare con la Tessera del Tifoso: stadi vuoti, tifosi in silenzio, tifosi in trasferta assenti… Domanda: è questo il calcio che vi piace? Non rispondetemi che è stato ridotto così per colpa di pochi violenti, perchè offendereste la vostra intelligenza! Abbiate il coraggio di dire che tutto ciò fa schifo e che certe restrizioni vanno eliminate…

Per il resto, vittoria del Padova dopo una partita dominata, fosse finita tre o quattro a zero non ci sarebbe stato nulla da dire, ed adesso ci si prepara ad affrontare l’Udinese al “Friuli” ad ottobre. Ma ancora di più ci si prepara all’esordio in campionato domenica contro il Novara…

Articolo tratto da www.lapadovabene.it

DIte la vostra a lapadovabene@hotmail.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy