PDT: TESSERA DEL TIFOSO, COME COMPORTARSI PER AGGIRARLA

PDT: TESSERA DEL TIFOSO, COME COMPORTARSI PER AGGIRARLA

Le emozioni, la passione, le parole di un grande tifoso del Padova. Sempre in Curva Fattori, sempre in trasferta. “Parola di tifoso” (PDT) è lo spazio dedicato al tifo biancoscudato, quello vero. Senza filtri.

DAI LETTORI. Prima di affrontare ancora il tema della Tessera del Tifoso, diamo la parola ai nostri lettori, con questa mail inviataci da Alessandro:

Ho letto il Suo articolo su “Padova Sport” con gli 8 motivi per non sottoscrivere la tessera e sinceramente non capisco tutta questa acredine nei confronti di questa iniziativa. In fin dei conti siamo tutti pluri-schedati (Banca, Sim del cellulare, abbonamento SKY, abbonamento Mediaset, caselle di posta elettronica, facebook, tessere a punti varie ecc.) e quindi se uno non ha nulla da nascondere, cosa sarà mai una schedatura in più ? Inoltre, per chi non è abbonato, è allucinante acquistare ogni volta i biglietti nominativi esibendo i documenti d’identità sia all’atto di acquisto, sia all’ingresso dello stadio con aggravio dei tempi di accesso. Infine, dopo tanti anni di militanza al seguito del Padova, purtroppo devo ammettere che come in tutte le piazze, ci sono degli elementi che vanno allontanati in qualsiasi modo, in quanto rappresentano solo un costo fisso per la società sportiva (multe) e per la società civile (danneggiamenti, violenze, arresti, …..) Se la Tessera del Tifoso, e sottolineo SE (non ne sono certo neanch’io) può aiutare a fare un po di pulizia, io la sottoscriverei volentieri. Ma mi rendo conto che il problema è molto più profondo e tessere magiche non ne esistono. Però qualcosa bisogna pur fare …..

RISPONDO: 1-Che sarà mai una schedatura in più!?! A parte che a me non garba per niente l’idea di essere già abbastanza schedato per conto mio, qui parliamo di schedature cmq di tipo diverso. Avere un microchip nel portafoglio (come previsto dalla tessera del tifoso) che racconta a qualche guardone in divisa (ma anche senza) cosa sto facendo non mi sta bene. Non si tratta di avere o non avere qualcosa da nascondere, ma di dignità. E visto che posso ancora scegliere, scelgo di non mettere la mia vita nelle mani di una tessera qualsiasi. 2-Lei si illude che la tessera costituisca una “corsia preferenziale” nell’ingresso allo stadio, ma si sbaglia. Le cosidette “corsie preferenziali” previste dalla legge sulal tessera del tifoso infatti non esistono, e non mi pare che allo stadio Euganeo come in nessun altro stadio d’Italia si stia lavorando in questo senso. Ergo: con la sua tessera si farà la fila insieme a tutti gli altri spettatori davanti i cancelli dello stadio, dovrà mostrarla assieme al documento allo steward e poi infilarla nello stesso tornello dove tutti quanti infilano il proprio biglietto e/o documento. E così sarà in tutti gli stadi d’Italia. Insomma, non le cambierà nulla. L’unico reale cambiamento sarà per le partite in trasferta, forse: si dice infatti che in caso di partite a rischio le limitazioni non saranno valide per chi possiede la Tessera del Tifoso. Bene, la risposta migliore gliel’ha data Genoa-Milan di quest’anno: disputata a porte chiuse perchè non in grado di garantire l’incolumità a 300 (non tremila, trecento!) tifosi milanisti muniti di Tessera del Tifoso… Insomma a cosa serve realmente questa tessera? A nulla, glielo dico io! Ma forse qualche istituto di credito patrebbe darle una risposta più completa della mia sull’utilità di questa roba… 3-Riguardo alle persone che lei dice che andrebbero allontanate, le faccio notare che da anni lo stato italiano è dotato di tutti gli strumenti sia fisici che legislativi (telecamere, biglietti nominativi, leggi ad hoc) per contrastare la violenza negli stadi. La Tessera invece è una cosa che va a colpire tutti e sopratutto va a colpire il tifo organizzato: un pò come fu il Decreto Amato che vietava l’esposizione di striscioni, coreografie, bandiere, tamburi e megafoni negli stadi. Come ben dice lei, le tessere magiche non esistono, quindi da questo punto di vista la Tessera del Tifoso sarà uno strumento perfettamente inutile. Dirò di più: con la chiusura dei settori ospiti e il conseguente rimescolamento delle tifoserie (perchè se non lo sa è previsto che l’accesso al settore ospiti sia aperto solo a chi possiede la tessera, mentre chi non la possiede può comunque recarsi in trasferta ed acquistare un biglietto di qualsiasi altro settore) si andrà a generare ancora più confusione e assisteremo a nuovi incidenti. 4-Cosa significa “qualcosa bisogna pur fare”? Se lei ha male a un piede, si amputa il piede perchè “qualcosa bisogna pur fare”? Se la sua macchina non parte la sfascia a martellate perchè “qualcosa bisogna pur fare”? Se scoprisse che sua moglie la tradisce, si amputa il pene per punirla perchè “qualcosa bisogna pur fare”? Certo che qualcosa bisogna pur fare, ma bisogna fare le cose logiche, e l’illogicità di molte imposizioni come la Tessera mi sanno tanto di persone che non sanno dove andare a sbattere la testa e finiscono inevitabilmente col creare disagio a tutti! Sempre che, ripeto, non ci siano interessi ben maggiori (leggi banche) dietro al movimento di denaro a cui può dar vita la Tessera…

COME COMPORTARSI IN CASO DI TESSERA? Penso sia la domanda che si stanno ponendo in tanti, giustamente. Abbiamo parlato di che cosa è e cosa comporta la Tessera, ma visto che il ministro Maroni sembra sempre più convinto di perseguire questa strada, allora andiamo a vedere cosa si può fare di concreto per combattere questo scempio.

Partiamo da un presupposto: a tutt’oggi non esiste una normativa precisa, ed ogni questura applicherà la cosa a modo suo come peraltro già accade per striscioni, bandiere e quant’altro. Perchè dico questo? Perchè se voi andate a vedere le società che l’hanno già lanciata, scoprirete che la Roma ha messo la tessera obbligatoria per sottoscrivere l’abbonamento, la Juventus no, per esempio. E d’altra parte è bene chiarire una cosa: nessuna legge obbliga le società a mettere la Tessera del Tifoso come clausola obbligatoria per sottoscrivere l’abbonamento. Quindi potete ben capire che in quelle città dove ciò accadrà, sarà per imposizione della locale questura. Bene, qui a Padova state pur certi che (conoscendo la locale questura e soprattutto gli “equilibri” cittadini, con una giunta comunale decisamente avversa al Calcio Padova e sempre pronta ad appoggiare qualsiasi linea repressiva di qualsiasi tipo) la Tessera verrà imposta come clausola obbligatoria per sottoscrivere l’abbonamento! Fatta questa premessa dunque, vediamo di capire come conviene comportarci nella nostra città, fermo restando che questo vuole essere un piccolo consiglio ed una “guida” per tifosi, non certo un’imposizione o il dettame di una linea da tenere…

Ovviamente la prima cosa è non farsi l’abbonamento, che non significa non andare più allo stadio. Sarà infatti possibile comprare il biglietto per ogni singola partita, la società non ci perde in termini economici e la nostra presenza è garantita. A Padova poi, difficilmente viene esaurita la Fattori in abbonamento, quindi trovare i biglietti (a patto di muoversi con i giusti tempi) sarà possibile anche per le partit più importanti. Di fatto non cambia nulla, solo la rottura di scatole di andare in settimana a comprare il tagliando. Il vero cambiamento sarà in trasferta, in quanto senza tessera non sarà possibile accedere al settore ospiti. E qui viene il bello.

E’ stato più volte precisato che chi non sarà in possesso della tessera del tifoso, per le partite in trasferta potrà acquistare un biglietto di qualsiasi altro settore dello stadio che non sia il settore ospiti, pertanto nulla ci vieta di acquistare singolarmente il nostro tagliando ed accomodarci sulla tribuna dello stadio di casa. A quel punto saremo noi tifosi in trasferta a formare il nostro “settore ospiti”, delimitandolo con i nostri vessilli ed i nostri colori. Qualcuno è convinto che per ogni partita metteranno delle forti limitazioni territoriali per tutti i settori dello stadio: io dico che ciò non accadrà, visto che già la tessera limita molto e le società ed il mondo del calcio non sono per niente contente dell’emorragia di spettatori che le nuove leggi hanno creato (questo al di la delle dichiarazioni di circostanza per non irritare il permalosissimo Manganelli e gli altrettanto permalosi sindacati di polizia). Certo, questo è valido per le cosidette “trasferte normali”: nelle partite a rischio, nei derby storici scatteranno le solite limitazioni che tutti conosciamo. E li il discorso cambia, ma allora vi faccio una domanda: siete sicuri che l’avere la tesserina in tasca vi metta al riparo da eventuali divieti? Se ne siete sicuri provate a chiedere ai milanisti (che già da un anno avevano la tessera del tifoso) come è stata la trasferta di Genova quest’anno.

Qualcuno mi dirà: non è che mischiando le due tifoserie in tribuna si verificheranno incidenti ancora maggiori? Io rispondo: probabile, ma credo sia un rischio che hanno valutato. Non credo siano così stupidi. Sicuramente preveniranno mettendo un cordone di steward a dividere il pubblico di casa da quello ospite. Oppure, in situazioni particolari, finiranno con l’aprire il settore ospiti anche a quei tifosi sprovvisti di Tessera. Del resto, il buon senso deve sempre prevalere sulla legge fine a se stessa.

Tutto questo è la mia personale idea di come si può aggirare l’entrata in vigore della tessera. Non fatevi ingannare dai paroloni che usano come “obbligatorio”, di obbligatorio non c’è proprio nulla: uno può semplicemente scegliere se essere un libero cittadino o una cavia da laboratorio sottoscrivendo la tessera. Io non giudico e non offendo nessuno, ci mancherebbe! Dico solo una cosa: quando vi accorgerete che la tessera non vi ha portato alcun beneficio ed anzi vi costa ulteriori soldi (dubito che le ricariche saranno gratuite), e che il tifo attivo ha cambiato zona dello stadio, non dite che non eravate stati avvisati per piacere! Se invece si vuole ancora vivere lo stadio da persone parzialmente libere (uso questo termine, visto che il nostro paese all’estero viene ormai definito “semilibero”), la strada giusta sicuramente è quella di non fare la tessera…

Dite la vostra a: lapadovabene@hotmail.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy