“A Bari sta un casino della Madonna…”: la telefonata shock di Marco Rossi

“A Bari sta un casino della Madonna…”: la telefonata shock di Marco Rossi

“A Bari sta un casino della Madonna, perché sono coinvolti tutti: la mafia, gli imprenditori..”. É uno sfogo scioccante quella telefonata che Marco Rossi, ex calciatore del Bari iscritto nel registro degli indagati per le note vicende del calcioscommesse, fece alla madre poco dopo l’interrogatorio del 27 gennaio scorso. “Per la partita contro il Palermo mi hanno messo in mezzo, ma io sono un cretino che non c’entra un c****””, dice il difensore, al telefono, alla madre, stando a quanto riporta Romagnanoi, “mi hanno fatto un sacco di nomi che nemmeno conosco (…), andavano a scommettere non so dove”. Cosciente di quello che potrebbe accadergli, Marco Rossi si sfoga: “Adesso sicuramente mi daranno una squalifica e se a Masiello daranno un anno, a me daranno un anno o sei mesi di squalifica o quello che è. Purtroppo sarà così. Adesso fino a giugno giocherò. Ho parlato prima che fosse troppo tardi”. A un certo punto la cornetta passa alla ragazza del difensore, che alla madre del calciatore dice: “Gli hanno messo in mano questo soldi, quindi probabilmente Marco è stato tirato in mezzo, lui sapeva…30mila euro, ma poi li ha riconsegnati (…). Piangeva sempre, non sapeva come dirvelo, è una settimana che si vergogna (…). Masiello lo tormentava…”. A quel punto interviene la madre di Rossi: “Ma è una cosa grave”, e la ragazza: “Certo, nessuno lo giustifica, ma a Palermo ha giocato per vincere, non a perdere, i soldi li ha ridati”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy