A Varese è scoppiata la Pavoletti-mania

A Varese è scoppiata la Pavoletti-mania

Lo striscione chilometrico non lascia dubbi. Sì, grande Varese, secondo e da inchini: ma su tutti c’è lui, “Pavoletti goal”, come recita il lenzuolo appeso per tempo all’ingresso della nuova sede del club Ispra Alcoolica. Varese sogna, e lo fa con l’attaccante arrivato in chiusura di mercato e “scippato” proprio al Padova: Leo Pavoletti aveva già fatto intravedere grandi numeri l’anno scorso al Sassuolo, motivo per cui quest’estate mezza serie B se lo è conteso. Alla fine ha avuto la meglio il Varese dell’ottimo ds Mauro Milanese e ora si raccolgono i frutti (5 gol fatti dopo 7 partite). «Non mi aspettavo di entrare subito nel cuore di così tante persone – spiega Pavoletti, intervistato dal quotidiano La Provincia di Varese – mi piace pensare che i gol non c’entrino. Credo che la gente apprezzi il mio atteggiamento: in campo do sempre tutto, fuori dal campo sono una persona semplice». Domani sera sarà lui l’attaccante da tenere d’occhio: guai a concedergli troppo spazio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy