Calcioscommesse, Corte federale: Teramo in Lega Pro, Ascoli in B

Calcioscommesse, Corte federale: Teramo in Lega Pro, Ascoli in B

Il secondo grado del processo Dirty Soccer cambia ancora le carte in tavola: il Teramo, inizialmente retrocesso in D, partirà dalla Lega Pro ( con -6 punti di penalizzazione) al pari del Catania, che si vede ridurre la penalizzazione da 12 a 9 punti. Anche il Savona al via con -6. Torres e Vigor Lamezia in quarta serie. Ascoli ed Entella dunque in B. In attesa del terzo grado.

Luciano Campitelli, presidente del Teramo, mastica amaro (dopo la sentenza di secondo grado della Corte Federale d’Appello che lo ha condannato anche a 3 anni di inibizione più 100mila euro di ammenda): “Si è capito tutto, se proscioglievano me il Teramo era in B. Io sono una delle persone più serie d’Italia, forse il calcio non merita persone serie – ha dichiarato a caldo il presidente biancorosso, come riporta Repubblica.it -. Il Catania si è comprato sei partite ed è a -9, non si può distruggere così una persona. Cosa farò adesso? Non lo so cosa farò. Rimettere solo soldi per poi essere trattato così… Io sono stato trattato come uno dei peggiori presidenti del calcio italiano. Sto andando in crisi. Sono distrutto, non ho mai imbrogliato nessuno. Si è capito che l’Ascoli doveva salire…”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy