Criscitiello: “Marchetti e Penocchio tra i peggiori uomini di calcio del 2014”

Criscitiello: “Marchetti e Penocchio tra i peggiori uomini di calcio del 2014”

Commenta per primo!

Ancora una menzione per Stefano Marchetti e Diego Penocchio da parte del direttore di Tuttomercatoweb Michele Criscitiello, che ha inserito entrambi nella personale classifica dei peggiori uomini di calcio dell’anno solare che va concludendosi. Nell’editoriale apparso su TMW il giornalista critica duramente l’operato dell’ex presidente del Padova, che invece l’anno scorso aveva difeso pur contro l’evidenza di un campionato fallimentare: “Anche noi commettiamo degli errori di valutazione, ma lo diciamo. Pur conservando un’ottima idea di Diego Penocchio, uomo, bisogna giudicarlo in maniera estremamente negativa come manager di calcio. Al primo anno a Padova è retrocesso ma soprattutto fallito. Sbagliare è umano, però, aveva l’obbligo di iscrivere la squadra e la fortuna lo avrebbe aiutato perché sarebbe stato ripescato al posto del Siena. Avrebbe dovuto concedere le garanzie economiche per partecipare al campionato di Lega Pro. Male nella gestione, malissimo nelle decisioni post retrocessione. Il giudizio sulla persona resta più che positivo”. Queste invece le parole riservate al dg del Cittadella, Stefano Marchetti (in questo caso non si tratta di una sorpresa, vista l’acredine, ormai nota, con cui il giornalista si esprime frequentemente nei confronti del dirigente granata: “Il direttore generale del Cittadella è l’emblema del nostro calcio – scrive Criscitiello – Non funziona, eppure alla fine magicamente in primavera riesce a strappare la permanenza in categoria. Questa volta chiude l’anno all’ultimo posto, in serie B, e di questo passo il suo mercato dovrà iniziarlo prima. Non può rischiare di arrivare troppo avanti nel tempo. Pessima gestione dei calciatori (quelli sotto contratto), un allenatore che da 11 anni dice sempre “Signor Sì” e un sistema che non sta più in piedi. Fin quando sarà supportato dal potere riuscirà ad andare avanti ma il tempo è galantuomo per tutti. Pessimo esempio di come si gestisce una società. Colpa della Procura Federale che non è andata fino in fondo nella famosa partita di Gerardi, Reggina-Cittadella. Gli appassionati di calcio vogliono sapere se ci fu frode sportiva. Qualcuno dovrà dare delle risposte. Quest’anno in primavera vigileremo… Per il bene e per la credibilità di questo sport”. Da notare che Marchetti si è piazzato al secondo posto nella classifica dei migliori ds italiani, per il premio TMW Awards, istituito da Criscitiello, a cui hanno partecipato i lettori del seguitissimo portale. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy