Davide batte Golia, risorgono Modena e Nocerina contro le grandi

Davide batte Golia, risorgono Modena e Nocerina contro le grandi

Commenta per primo!

Il 20imo turno d’andata colpisce le grandi e gli scommettitori, riservando sorprese inattese. Il miracolo lo compie il Modena, che supera malumori e strisce negative battendo in rimonta la capolista Torino. Stefanovic apre le danze, poi Glik stende Greco, l’arbitro concede il penalty ed espelle incredibilmente l’incolpevole Coppola. Lo stesso Greco trasforma, poi Ciaramitaro a tre minuti dalla fine riesce a far esplodere l’impassibile Braglia. Polemiche Toro, la decisione su Coppola è un abbaglio che costerà caro all’arbitro Gallione.

Il Verona, in caso di vittoria domani con il Varese, tamponerebbe i granata ad un punto di distanza, Sassuolo e Padova invece non approfittano dello scivolone dei ragazzi di Ventura.

I nero verdi impattano sull’uno a uno contro la Reggina (il solito Sansone risponde ad Emerson), mentre i bianco scudati rischiano il ko contro una Nocerina finalmente viva. All’Euganeo un super Plasmati – due gol e un palo per l’ex Catania – trascina al pareggio i rossoneri, che rischiano seriamente di vincere. Marcolini e Milanetto con la loro esperienza tengono a galla i veneti, ma Dal Canto durante le feste natalizie dovrà registrare qualcosina in fase difensiva.

Il Pescara attende la Sampdoria nel pirotecnico posticipo del lunedì, a ridosso della zona playoff avanza come un treno la Juve Stabia. Le Vespe distruggono il Cittadella per tre reti a uno, grazie a due splendide reti di Scozzarella ed Erpen e il nono sigillo stagionale dello scatenato Sau. Veneti generosi in difesa, il gol della bandiera è opera di Maah.

Il Bari spreca il doppio vantaggio firmato Clayton-De Falco, il Vicenza tira fuori gli artigli nella ripresa e rientra con Rigoni e Maiorino, che nel finale colpisce anche una clamorosa traversa.

Pareggio ricco di emozioni nel derby tra Empoli e Grosseto: Sforzini apre le marcature, Mchedlidze pareggia e onora l’infortunato Tavano, Signorelli ribalta gli equilibri ma questo Sforzini è letale per chiunque e chiude una splendida partita in parità con la marcatura numero 11 in campionato.

In coda pareggio a reti bianche tra Albinoleffe e Gubbio e colpaccio del mai domo Ascoli in casa del Crotone, mentre nell’anticipo il nuovo Brescia di Calori aveva giustiziato il Livorno e il suo pericolante tecnico Novellino (arriva Mutti?) grazie alle reti di Zambelli e dell’argentino Juan Antonio.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy