Doni ai domiciliari in Alto Adige, Carobbio resta in carcere

Doni ai domiciliari in Alto Adige, Carobbio resta in carcere

Commenta per primo!

Doni verrà  ascoltato dal pm Di Martino l’11 gennaio. Il capitano nerazzurro sarà  ai domiciliari in Alto Adige, terra d’origine della moglie. Concessi i domiciliari anche a Santoni e Benfenati, mentre – a sorpresa – Filippo Carobbio resterà  in carcere.
Il gip Guido Salvini ha accettato la richiesta di scarcerazione avanzata da Salvatore Pino, legale di Cristiano Doni. L’ex capitano nerazzurro, così come Santoni, Carobbio e Benfenati, saranno da domani agli arresti domiciliari e verranno poi sentiti, la prossima settimana, dal pm Di Martino. L’avvocato Pino ha inoltre detto che Doni è “profondamente dispiaciuto per l’Atalanta, i suoi tifosi e la sua famiglia – ha dichiarato all’Ansa -. àˆ davvero addolorato perché sono cose a cui tiene tantissimo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy