Euganeo, danni per 40 mila euro dopo i concerti

Euganeo, danni per 40 mila euro dopo i concerti

Per ora i soldi ce li mette il Comune; con l’ambizione, tuttavia, di andarseli a riprendere. Sono le risorse, circa 40.000 euro, necessarie per riparare le buche nel tartan che rovinano 25 metri di rettilineo, nella pista di atletica dell’Euganeo. Danni senz’altro causati nel corso del concerto di due mesi fa del “Boss” Bruce Springsteen, noto cantautore a stelle e strisce, organizzato da Zed! (come i successivi, sino all’ultimo di Roger Waters, di qualche giorno fa). “Il fatto – ha spiegato l’assessore allo Sport Umberto Zampieri, a seguito della giunta comunale – è che si avvicinano appuntamenti prestigiosi per lo stadio, come ad esempio quello di domenica primo settembre, con il XXVII meeting internazionale di atletica leggera “Città di Padova” (tra le star, di sicuro Aries Merritt, medaglia d’oro dei Giochi olimpici di Londra 2012 e dei Mondiali indoor di Istanbul 2012. E’ detentore del record del mondo nei 110 metri a ostacoli); ed è anche chiaro che la città non può presentarsi con le piste bucate. Pertanto la giunta ha approvato il progetto esecutivo dei lavori di riparazione”. Ma non dovrebbe essere il pubblico a rimetterci. Le regole, per eventi come quello di Springsteen, sono chiare. “Zed! Avrà sicuramente attivato la propria compagnia di assicurazioni – continua Zampieri – ci vorrà del tempo, ma i soldi torneranno al Comune. E’ chiaro che al responsabilità per danni ricade sull’organizzazione. Noi abbiamo soltanto anticipato per non compromettere le gare di atletica, sia chiaro”. Per la verità, il Comune si era attivato presto, non appena scoperto il fattaccio delle buche: pochi giorni dopo aveva richiesto una perizia dei danni; genericamente stimati, all’inizio, in alcune “decine di migliaia di euro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy