Euganeo scaccia-pubblico: contro il Teramo il minimo stagionale

Euganeo scaccia-pubblico: contro il Teramo il minimo stagionale

L’andamento però è anomalo: nel momento peggiore della squadra si è registrato il record positivo

Commenta per primo!

Il calo di pubblico all’Euganeo fa riemergere anche a Padova la questione stadio, argomento d’attualità in molte città italiane. Oggi i quotidiani della città, Mattino e Gazzettino, hanno dedicato ampio spazio all’emorragia di spettatori, che non può passare inosservata. Anche perchè il Padova arrivava alla sfida contro il Teramo forte di 5 vittorie nelle precedenti 7 partite, e con il terzo posto da riconquistare dopo il momentaneo sorpasso della Reggiana. Nonostante ciò, si è registrato il punto più basso di presenze della stagione in termini di spettatori paganti: solo 572.
Nelle tre stagioni di gestione Bonetto&Bergamin – sottolinea Il Mattino – si è passati dalla grande reazione dopo il crack con Penocchio e Cestaro, caratterizzatada oltre 4.500 spettatori di media ogni domenica nonostante fosse solo Serie D, ai dati comunque positivi dello scorso anno, quello del ritorno tra i professionisti, quando all’Euganeo, mediamente, si presentavano più di 4.000 persone. A fine stagione la squadra non riuscì a centrare i playoff, eppure il sostegno non era mai mancato. Diversamente da ciò che accade quest’anno: la media di pubblico vista nelle prime tredici gare, infatti, è di soli 3.686 spettatori.
Sono vari i fattori che determinano l’allontanamento del pubblico dallo stadio di casa, ma c’è da dire che l’andamento del flusso di tifosi a Padova è piuttosto anomalo. Basti considerare due dati: contro la Reggiana, cioè all’apice del momento negativo del Padova di Brevi, si è raggiunto il record stagionale di 2.128 paganti e 5018 totali. Nella successiva partita casalinga, con i biancoscudati tornati a vincere e convincere, i paganti sono scesi drasticamente a 959.
Lo stadio. Indubbiamente il tanto demonizzato Euganeo continuerà a rappresentare un ostacolo. A Padova tutti sognano un impianto a misura di tifoso, ma con due soluzioni diverse: c’è chi vede nel progetto Plebiscito, strettamente legato all’eventuale successo elettorale di Massimo Bitonci, la quadratura del cerchio, chi invece spinge per migliorare l’attuale stadio. Proprio di stadi parleremo domani sera durante la nostra trasmissione PadovaNelCuore (dalle 21.30 su Telecittà e PadovaSport.tv), con ospite tra gli altri l’ex sindaco Massimo Bitonci.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy