Il “Cobra” Soncin pronto allo sgambetto

Il “Cobra” Soncin pronto allo sgambetto

Il Grosseto torna al successo, sgambettato il Frosinone: 2 a 0

In questa 7a giornata di serie Bwin, il Grosseto, prossimo avversario del Padova nell’ incontro che si disputerà domenica prossima alle 15.00 allo stadio Euganeo, oltre far esordire in panchina Francesco Moriero, riesce a far tornare il sorriso ai sostenitori maremmani. Vittoria per 2 a 0 della squadra biancorossa, sul più quotato e in forma Frosinone. Il nuovo tecnico ( da giocatore, scuola Inter ) si affida al personale 4-2-3-1 in cui non mancano le novità di rilievo, soprattutto in attacco. È Guidone a guidare la compagine maremmana come punto di riferimento al centro dell’ attacco, mentre a Soncin spetta il ruolo di rifinitore alle sue spalle. Ai lati dell’ asse Soncin-Guidone, corsie affidate alle incursioni di Alessandro e Caridi. Di contro, un Frosinone schierato specularmente, con mister Carboni che affida a Lodi l’ iniziativa offensiva, alle spalle della rivelazione della scorsa cadetteria. Santoruvo pertanto prima punta, a caccia di gol pesanti. Inizia il match e partita che inizia con le squadre che si studiano meticolosamente sul rettangolo di gioco. Grosseto che fatica a metabolizzare la nuova mentalità di mister Moriero e ciociari che attendono le iniziative locali, mettendo in mostra una buona capacità di palleggio. Al ventesimo del primo tempo però, ecco che arriva il primo gol del match: in una gara che sembra regalare poche emozioni, il Grosseto passa al primo affondo: cambio di gioco illuminante effettuato da Alessandro, arpiona Guidone, si gira verso la porta e batte inesorabilmente Sicignano. Cambia il risultato ma non solo: pensate, dopo sette giornate Guidone risulta essere il primo attaccante della squadra maremmana a segno in questo campionato. La partita continua, e dopo una pronta risposta dei ciociari, che porta il nome di Santoruvo, ecco l’ episodio che cambia la partita: lo stesso Santoruvo, dopo un corpo a corpo maschio e vigoroso con Turati, si fa cacciare, regalando al Grifone più di un’ ora in superiorità numerica. Il Grosseto si limita a controllare e perde sul finire della prima frazione Caridi per infortunio. Il cobra Soncin a tempo oramai scaduto vede un immenso Sicignano negargli la rete del raddoppio: a fine primo tempo si va al riposo con Il grifone in vantaggio per uno a zero. Nella ripresa la partita non decolla: il Frosinone non riesce a fare la partita, penalizzato dall’ inferiorità numerica mentre il Grosseto non riesce a cambiare marcia per chiudere il match. Qualche flebile opportunità per i maremmani, prima del gol della sicurezza: è Turati, un difensore, a chiudere il match al 63°, grazie ad una combinazione con Guidone che spacca in due la retroguardia avversaria. Il tiro secco scoccato dal terzino fulmina inesorabilmente Sicignano. La partita praticamente finisce qui: Frosinone che onora l’ impegno con generosità e maremmani che controllano la partita senza provare alcuna sortita offensiva. Il neo tecnico Moriero raccoglie così 3 punti che sono buoni soprattutto per il morale della truppa, che domenica prossima troverà di contro un Padova imbufalito per i due punti persi a Piacenza in malo modo. Da segnalare, prima da ex a Padova per uno dei beniamini dei tifosi: Andrea ‘cobra’ Soncin.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy