Il Venezia va ai russi: “In cinque anni saremo ai vertici”

Il Venezia va ai russi: “In cinque anni saremo ai vertici”

Commenta per primo!

I cugini veneziani parleranno russo d’ora in avanti, almeno nel calcio. La gloriosa società del Venezia, decaduta da qualche anno nell’oblio del pallone (quest’anno in serie D), è stata ceduta ad una cordata di imprenditori russi che hanno tutte le intenzioni di riportare in auge il Leone di San Marco. Della cordata proveniente dall’ex Unione Sovietica fanno parte imprenditori con numerosi interessi all’estero e, soprattutto, una solida disponibilità economica, avendo alle spalle alcuni istituti bancari. Inoltre tra i nuovi acquirenti figura anche un consulente del CSKA Mosca, la più grande polisportiva presente sul territorio russo. Calcio, ma anche basket e volley: un modello che i russi potrebbero esportare anche a Venezia, dove intendono operare a più livelli. Le trattative, che duravano da oltre un mese, hanno ricevuto un’accelerazione negli ultimi giorni. Alcuni rappresentanti della cordata sono arrivati in laguna e hanno incontrato il proprietario Enrico Rigoni con il quale c’è subito stata intesa. Lo stesso Rigoni parla al Corriere Veneto degli obiettivi che sono stati fissati: “Queste persone vogliono riportare il Venezia in serie A, tempo 5 anni”. La firma davanti al notaio avverrà tra un mese, come da prassi, ma già in questa fase di gestione intermedia la cordata russa di accollerà i costi di gestione della squadra. In cambio, i proprietari in pectore hanno ottenuto di poter entrare subito nella “stanza dei bottoni”, con i due rappresentanti del nuovo cda.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy