Modena, che disastro: braccio di ferro con l’Aic, la messa in mora sembra inevitabile

Modena, che disastro: braccio di ferro con l’Aic, la messa in mora sembra inevitabile

Commenta per primo!

Si avvicina la messa in mora della società Modena Calcio. I giocatori gialloblu, 15 tra quelli sotto contratto, più i 5 fuori rosa (mentre sarebbero esentati i prestiti), non hanno intenzione di ritirare la lettera che può svincolarli dal 3 novembre, se non arriverà il bonifico di luglio e agosto. Ora la partita si gioca tra il presidente Taddeo e i calciatori, rappresentati dall’AIC, che chiedono gli stipendi di luglio e agosto perché mancano ancora tutte le mensilità da luglio ad oggi. A questo punto le possibilità che Modena-Padova domenica si giochi sono prossime allo zero, così come è quasi esaurita la fiducia dei giocatori nel nuovo presidente: Taddeo infatti ha già disatteso una prima promessa, ovvero di riuscire a sistemare tutto entro il 16 ottobre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy