Modena, ecco l’ultima disperata carta dell’azionariato popolare

Modena, ecco l’ultima disperata carta dell’azionariato popolare

Commenta per primo!

Il Modena prova a giocarsi l’ultima disperata carta dell’azionariato popolare per evitare un doloroso fallimento. Come riporta la Gazzetta di Modena questa mattina è in programma un incontro a Varese fra Aldo Taddeo, attuale proprietario del club canarino, e Andrea Gigliotti, uomo di punta dell’azionariato popolare della Coop Modena Sport Club. In caso di fumata bianca (che rimane comunque difficile, ndr) Gigliotti si troverà a dover affrontare una situazione gravemente dissestata a livello finanziario (circa 5 milioni di euro di debito), con 330mila euro da pagare subito per il ritiro della messa in mora da parte dei giocatori, gli arretrati agli altri dipendenti del club da saldare e un contratto da stipulare con il Comune di Modena per riavere il Braglia che potrebbe comportare un altro esborso da 170mila euro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy