Modena, Gravina e Tommasi all’allenamento. Con il Santarcangelo si gioca?

Modena, Gravina e Tommasi all’allenamento. Con il Santarcangelo si gioca?

di Redazione PadovaSport.TV

Una vera processione dalle parti di Modena: ieri Damiano Tommasi, atteso in città per l’incontro con la squadra, oggi il presidente della Lega Gabriele Gravina, accompagnato da Francesco Ghirelli, segretario della Lega Pro per esprimere vicinanza ai calciatori. E per cercare di uscire alla svelta (per modo di dire, visto che è già venerdì) dall’ennesima impasse: a Santarcangelo dopodomani si giocherà la partita?
«Credo che ci sarà una squadra in meno in Serie C, ma guadagneremo 30 giocatori che potranno fare bene», ha sentenziato ieri amaro Damiano Tommasi, presidente dell’Aic. I giocatori oggi, salvo clamorosi dietrofront, confermeranno lo sciopero, chiedendo nei prossimi giorni lo svincolo. «Quando non ci sono le condizioni per svolgere al meglio il proprio lavoro è giusto fermarsi – ha aggiunto Tommasi –. Sono convinto che domenica non si giocherà». Sarà così? L’ipotesi “B” è che a Santarcangelo possa andare in campo la Berretti, unica strada per evitare la quarta rinuncia e la conseguente radiazione del club. Il tutto senza considerare l’esito del ricorso che sarà discusso giovedì dalla Corte d’Appello federale, per le gare dell’1 e 8 ottobre contro Albinoleffe e Mestre che, secondo i legali del Modena, si sarebbero potute giocare in quanto l’esecutività dello sfratto è del 9. L’Azionariato popolare guidato da Andrea Gigliotti ha fatto sapere che oggi davanti a un notaio milanese rileverà la società da Aldo Taddeo. Resta il punto interrogativo sullo stadio: per riaprirlo il Comune chiede 170mila anticipati per l’affitto da qui a fine stagione. Dovesse restare chiuso, anche giocando a Santarcangelo, mercoledì 8 ottobre in casa col Bassano ci sarebbe la quarta rinuncia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy