Palermo, eccone un altro (già condannato per truffa). Follieri: “Rosanero, so come fare”

Palermo, eccone un altro (già condannato per truffa). Follieri: “Rosanero, so come fare”

di Redazione PadovaSport.TV

Dopo i fantasmi inglesi ecco l’ex fidanzato dell’attrice Anne Hathaway, l’imprenditore pugliese Raffaello Follieri. Ha voluto rilanciare le sue ambizioni e ringraziare gli estensori di quello striscio­ne emblematico esposto allo stadio mercoledì scorso che chiedeva aiuto proprio a lui: «Sono qui per dimostrare che la no­stra proposta è seria — ha det­to ieri — Siamo in contatto con i legali, non ho mai nascosto il mio interesse all’acquisto di questa società e sono convinto di farlo, naturalmente dopo aver verificato che le condizio­ ni siano quelle giuste. E sappia­ mo esattamente quello che ser­ ve per la gestione del club per arrivare fino a giugno e per il dopo…». Arrivato in mat­tinata in città, Follieri ha in­ contrato il suo staff e soprat­tutto l’avvocato Francesco Pao­lo Di Trapani al Grand Hotel Wagner per leggere insieme la documentazione del club, in mano al momento al gruppo inglese, con particolare riguar­do ai bilanci e alle passività di cui si è molto discusso negli ul­timi mesi: «Noi stiamo andan­do avanti, ma le transazioni si fanno tra due parti, non da una parte sola». Poi il finanziere è ripartito in serata per Milano, dove oggi potrebbe incontrare l’a.d. Facile: «I reali debiti del Palermo? Preferisco non rispondere a domande tecniche per il momento. Volevo solo sa­lutare e dire che stiamo andan­do avanti con la transazione. Cosa serve in termini economi­ ci per salvare il Palermo? So quello che ci vuole e, intanto, voglio ringraziare l’ambiente palermitano e i tifosi per il grande affetto dimostrato nei miei confronti. Credo sia molto importante dimostrare che le mie intenzioni sono molto se­ rie. Sì, siamo convinti di poter chiudere questa trattativa».  A novembre scorso, l’imprendito­re si era fatto avanti pure per l’acquisizione del Foggia, uscendo alla fine misteriosa­ mente fuori dai radar. In passato ri­schiò all’apice di un’incredibile scalata immobiliare una pesan­te condanna per truffa e mil­lantato credito, finendo poi per patteggiare la condanna.

(Da La Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy