Prostituta scippata. Sospettato il calciatore del Lecce Dramè

Prostituta scippata. Sospettato il calciatore del Lecce Dramè

Ha rubato la borsa a una prostituta nigeriana alla quale non aveva pagato la prestazione, è scappato ma è stato inseguito da un transessuale che si trovava in zona e infine bloccato dagli agenti delle Volanti della Questura. È successo stanotte a Lecce dove i poliziotti hanno denunciato Ousmane Dramè, 21 anni, calciatore francese del Lecce. È stato lo stesso transessuale, che frequenta la zona d Porta Rudiae, a segnalare al 113 il furto. Ed è stato lui stesso a mettersi all’inseguimento del ladro contribuendo al fermo da parte delle Volanti. Dramè. aveva dei graffi alla mano destra ed era molto agitato. In mano portava la borsetta sottratta alla prostituta. Quest’ultima ha riferito agli agenti di essere stata avvicinata dal giovane per una prestazione sessuale per la quale, non avendo con sè del denaro, le ha offerto in cambio il suo telefono cellulare modello I-Phone del valore commerciale di 700 euro ma, prima della fine della prestazione, si è ripreso il telefonino ed è fuggito in bicicletta. Il transessuale è intervenuto in soccorso della prostituta, ha chiesto un passaggio ad un cittadino a bordo di una Fiat Panda, lo ha inseguito chiedendo contemporaneamente l’intervento delle volanti, insieme alle quali è riuscito a bloccarlo in via Monteroni, nei pressi della caserma di cavalleria. Nel momento in cui il calciatore. è stato fermato, per proteggere la borsa, con uno sgambetto ha fatto cadere per terra il transessuale che cercava di togliergliela, causandogli contusioni e graffi alla gamba destra ed al braccio destro. Pertanto l’uomo è stato denunciato in stato di libertà per rapina e lesioni.

U.S. LECCE: «RISOLUZIONE CONTRATTO»  «Se i fatti dovessero essere confermati, l’U.S. Lecce esprime la propria più ferma indignazione per quanto accaduto e annuncia l’esclusione del suddetto giocatore da tutte le attività della squadra, riservandosi di richiedere la risoluzione del contratto con procedura d’urgenza». La società di via Templari, attraverso una nota affidata al proprio addetto stampa, replica alla vicenda di cronaca che vedrebbe coinvolto un proprio tesserato, il calciatore Ousmane Dramè, denunciato dalla polizia con l’accusa di aver rapinato una borsetta ad una prostituta, alla quale aveva chiesto un rapporto sessuale in cambio del proprio Iphone 5. «La stessa società – prosegue la nota – valuterà, inoltre, la possibilità di intraprendere un’azione di risarcimento danni a tutela della propria immagine».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy