Santarcangelo, beffa atroce: salvo sul campo, penalizzato in extremis e retrocesso dopo i play-out

Santarcangelo, beffa atroce: salvo sul campo, penalizzato in extremis e retrocesso dopo i play-out

di Redazione PadovaSport.TV

Il calcio a volte sa essere crudele. Il Santarcangelo ha commesso un errore gestionale, ha tardato, per un’incomprensione sulle scadenze, il pagamento di una parte di contributi relativi a febbraio, una cifra risibile, depositata non appena accortosi dell’errore. Risultato: prima assolto e poi condannato a due punti di penalità in classifica. La squadra allenata da Karel Zeman (che ha il merito di aver risollevato la squadra dopo il suo arrivo), si ritrova all’inferno dopo il play-out con il Vicenza (ieri l’1-1 è costato la retrocessione). A fine gara sono parecchi i volti scuri. Tra i giocatori qualcuno piange, abbraccia i compagni e i dirigenti, quasi a cercare una consolazione che non c’è. Così il tecnico dei gialloblu Zeman: “Eravamo salvi a fine aprile, avevamo conquistato tutti i punti utili per mantenere la categoria, in queste ultime tre settimane siamo stati vittime di un sopruso. Al play-out ci siamo spenti, dopo esserci salvati sul campo. Ma era inevitabile a livello psicologico”. Durissimo il commento dell’attaccante Gianmarco Piccioni, che non le manda proprio a idre: “Paghiamo gli errori di un personaggio assurdo e dei suoi pupazzi. Usciamo a testa molto alta dal campo, abbiamo cercato di rimanere in gara fino all’ultimo ma il gol segnato da Giacomelli è stato una mazzata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy