Scommesse, la versione di Santoni: “I soldi consegnati al casello non c’entrano con il calcio”

Scommesse, la versione di Santoni: “I soldi consegnati al casello non c’entrano con il calcio”

“Santoni non ha organizzato nessuna combine, nè lo hanno fatto le persone a lui vicine per il suo tramite. Lo scambio di denaro con Parlato serviva ad altro. E la cifra era certamente meno di 40.000 euro”. Questa è la versione di Santoni sulla presunta combine tra Atalanta e Piacenza. Quella per cui l’ex calciatore Parlato ha detto di aver ricevuto al casello di Parma proprio da Santoni 40.000 euro, per conto dell’Atalanta. C’era una logica ben precisa nel piazzare Santoni e Grevasoni lo stesso giorno di Doni. Nessuno dei tre indagati era stato ancora ascoltato a Cremona e le loro dichiarazioni incrociate (ma separate) erano fondamentali. Invece Doni ha chiesto un rinvio, fissato al 15 luglio. E fino allora resterà in bilico il destino dell’Atalanta neopromossa in A. Non dovrebbero invece esserci pericoli per la stesura dei calendari della prossima stagione prevista per fine mese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy