Scontri tra tifosi a Palermo, Giambrone (Gesap): “Fatto gravissimo, ferito un dirigente aeroportuale”

Scontri tra tifosi a Palermo, Giambrone (Gesap): “Fatto gravissimo, ferito un dirigente aeroportuale”

Commenta per primo!

Cori, urla e sfottò. Poi, lo scontro fisico: percosse, calci, pugni, degenerati in una rissa, con tanto di catene e ringhiere che delimitano le aree dello scalo usate come armi. E’ quanto accaduto questa mattina nell’aeroporto Falcone-Borsellino, a Palermo, dove sono venute a contatto le tifoserie di Padova e Modena. I sostenitori veneti tornavano dopo l’incontro a Trapani, mentre quelli emiliani erano da poco arrivati per la partita di oggi pomeriggio con i rosanero.

Le criticità sono state contenute grazie all’intervento degli agenti della Questura di Palermo presenti nell’ambito di predisposti servizi d’istituto, di poliziotti della Polaria, con il concorso di militari dell’Arma dei Carabinieri. Gli operatori di polizia si sono frapposti tra le due tifoserie, limitando le conseguenze dello scontro. Sono state sequestrate cinghie utilizzate dalle due frange per colpirsi reciprocamente e corpi contundenti. Sono state fermate sei persone. Un funzionario della polizia è rimasto ferito e, secondo quanto si apprende, è finito al pronto soccorso dove i medici gli hanno applicato otto punti di sutura. Nella zona degli arrivi sono rimaste tracce di sangue, soprattutto nei bagni, raccontano i testimoni. In merito alla vicenda è intervenuto Fabio Giambrone, presidente della Gesap, la società di gestione dello scalo di Palermo: “Quanto avvenuto – dice – è un fatto gravissimo che condanniamo con fermezza. Non appena informato dell’accaduto ho chiamato il Questore per esprimere solidarietà alla polizia aeroportuale e al dirigente ferito, che ho sentito personalmente”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy