“Se vai alla Domenica Sportiva ti rimpatriamo”, la telefonata da Pyongang che ha bloccato Han

“Se vai alla Domenica Sportiva ti rimpatriamo”, la telefonata da Pyongang che ha bloccato Han

di Redazione PadovaSport.TV

“Se partecipi alla Domenica Sportiva ti rimpatriamo”. Ci sarebbe il governo di Pyongyang dietro alla decisione del calciatore del Perugia Kwang-Song Han, 19 anni, nato in Corea del Nord (e non si sa quanto ‘fedele’ a Kim Jong-un), di non partecipare alla nota trasmissione di Rai Due Domenica Sportiva. Il giovane attaccante del Perugia si trovava a Milano, in attesa di essere chiamato per presenziare in trasmissione, quando invece dalla Corea del Nord è arrivato l’ordine che non ammetteva replica, la telefonata che gli vietava di andare in tv. Il presidente del Perugia Massimiliano Santopadre non ha potuto farci niente, se non informare la Rai che il giocatore nordcoreano non sarebbe stato presente a causa di una presunta incapacità di gestire “gli impegni al di fuori del campo della sua professione, per via della giovane età”. In realtà i motivi, come emerso, erano ben altri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy