Serie B, che confusione: Balata insiste per le 20 squadre, ma il Tar potrebbe portarle a 23 con l’Avellino

Serie B, che confusione: Balata insiste per le 20 squadre, ma il Tar potrebbe portarle a 23 con l’Avellino

di Redazione PadovaSport.TV

Serie B nel caos. Slittano i calendari e, probabilmente, la prima giornata di campionato prevista per il weekend del 24 agosto. Il presidente della serie B Balata insiste per ridurre la categoria a 20 squadre, ha scritto al commissario Fabbricini di chiedere un parere alla Corte d’appello federale. Ma la Figc su questo punto è irremovibile: non c’è tempo per cambiare, si va avanti a 22 squadre. Il paradosso è che potrebbero diventare 23 con l’Avellino, che ieri ha depositato il ricorso al Tar con richiesta di sospensione del provvedimento. L’esito forse già lunedì. Ma se l’Avellino dovesse vincere, non potrà essere reintegrato in un posto vacante, bensì in sovrannumero perché per il calcio, oggi, è fuori.
Perchè la B potrebbe slittare? Perchè oltre al ricorso dell’Avellino, ce ne sono altri due che allungheranno i tempi. C’è quello dell’Entella contro le plusvalenze del Cesena: il club ligure chiede che, perché la pena sia afflittiva, la penalizzazione cada nel 2017-18, facendo ridisegnare la classifica: il Cesena risulterebbe retrocesso (e non escluso dalla B) con la salvezza dell’Entella, quart’ultima sul campo. Infine c’è il ricorso di Ternana e Pro Vercelli (escluse per ora dalla B) contro la vicenda che ha reso ripescabili Novara e Catania. Insomma, una congiuntura di casi intricati e ricorsi che rischia di mandare in tilt il sistema. Ai “signori” del palazzo il compito di sbrogliare la matassa, senza possibilmente complicarla ulteriormente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy