Tavecchio: “Favorevole allo slittamento dei campionati. Fuori i mercanti dal tempio”. Ecco la graduatoria non ufficiale dei ripescaggi

Tavecchio: “Favorevole allo slittamento dei campionati. Fuori i mercanti dal tempio”. Ecco la graduatoria non ufficiale dei ripescaggi

“Noi abbiamo già iniziato,ma dobbiamo scacciare tutti i mercanti dal tempio. Questa è la cosa più importante che ha in mente la Figc. Nel caso concreto il presidente federale si avvarrà di tutte le prerogative per attuare quelle procedure di riduzione dei termini per favorire le procedure processuali nel rispetto dei termini dei campionati”. Così il presidente della Figc Carlo Tavecchio in conferenza congiunta con il procuratore federale Palazzi e il n.1 della Lega Serie B Abodi in relazione alle inchieste sugli illeciti nel calcio, subito dopo la conclusione del vertice, nella sede della Federcalcio, sullo scandalo-Catania e sulle inchieste per gli illeciti sportivi. Sembra ormai certo che i campionati di B e Lega Pro non cominceranno prima di settembre.

Per quanto riguarda i ripescaggi, entro questa settimana – come spiega la Gazzetta dello Sport di oggi –  la Figc pubblicherà il comunicato con i criteri di ripescaggio (si sa già che sono confermati quelli della passata stagione). Per sostituire il Parma ci si affiderà al comunicato in cui si parla di “vacanza di organico determinatasi all’esito delle procedure di rilascio delle licenze nazionali”: si pescherà in una speciale classifica ottenuta tenendo conto dei risultati dell’ultimo campionato (50%), della tradizione (25%) e della media spettatori (25%). In cima a questa classifica c’è il Brescia, che secondo calcoli non ufficiali sarebbe seguito da Ascoli, Varese, Lecce e Reggiana. Il Brescia è coinvolto però nell’inchiesta di Catania: al momento non ha tesserati indagati, ma se dovesse essere penalizzato anche di un punto non avrebbe diritto al ripescaggio (come l’Ascoli fallito nel 2014). Stessa cosa per il Varese, in caso di condanna dei suoi giocatori. Anche in questo caso l’iter non si annuncia breve. Il Catania, per la responsabilità diretta negli illeciti commessi da Pulvirenti, dovrebbe finire all’ultimo posto della classifica 2014-15: la carenza di organico sarebbe determinata da un provvedimento disciplinare e comporterebbe lo scivolamento nella classifica, con la riammissione dell’Entella, che ha perso il playout con il Modena.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy