Universo Parma, la nuova strategia firmata Pietro Leonardi

Universo Parma, la nuova strategia firmata Pietro Leonardi

Commenta per primo!

Da ParmaLive.com, l’articolo del giornalista Vito Aulenti sulle nuove strategie di mercato del Parma. Nell'”universo” creato dalla società ducale, è menzionato anche il Padova, i cui buoni rapporti con il club emiliano sono arcinoti. 

Molte idee, tantissimo lavoro, innumerevoli acquisti, zero euro spesi. E’ questo il colpo di genio diPietro Leonardi, autore nel 2013 di una strategia assai complessa, che però potrebbe davvero portare frutti succulenti al Parma Calcio nel medio-lungo periodo. L’abbiamo chiamata “Universo Parma”, perché se il centro è caratterizzato dalla società ducale, attorno ad esso gravitano decine di satelliti pronti ad interagire col pianeta crociato, andando a formare un meccanismo quasi perfetto che irradia benefici in ogni angolo del sistema. Se i sodalizi ufficializzati sono soltanto due (con Gubbio e Nova Gorica), in realtà la rete di contatti e collaborazioni è molto più fitta e variegata, e comprende contesti diversissimi tra loro, che vanno da squadre della serie cadetta come Crotone, Latina e Padova, a società delle serie inferiori come Perugia, Ascoli, Fondi, Paganese, Bellaria, Rimini, Arzanese, Aprilia, fino a comprendere partner esteri, europei per la precisione (Portogallo, Romania, Malta, Grecia, Belgio e Francia sono tra le nazioni “colonizzate” dai gialloblù). L’idea di fondo è quella di sopperire agli scarsi introiti derivanti dallo stadio, dai diritti tv e dalle sponsorizzazioni, con un sistema che permette di acquisire la proprietà dei giovani più interessanti dei club “amici”, dando loro in cambio giocatori svincolati, presi (a zero euro, ovviamente) appositamente per essere distribuiti in questa “rete dei miracoli” dalle dimensioni gigantesche (basti pensare che nell’ultima sessione di mercato si sono conclusi circa 300 affari tra entrate e uscite). Un gioco che vale la candela, dato che si sta tentando di mettere in piedi un progetto ambizioso, che potrebbe portare risultati importantissimi nei prossimi anni, ma che non comporta particolari rischi, bensì tanto lavoro. Quello che ci hanno messo – e che ci stanno mettendo – i preziosissimi collaboratori dell’ad Leonardi: dal suo braccio destro Antonello Preiti al responsabile dell’area mercato Antonino Imborgia, dal segretario generale Alessio Paini al direttore operativo Corrado Di Taranto, senza dimenticare gli uomini dell’area osservatori tra i quali spicca il nome dell’esperto Pasquale Lanzillo. Una squadra di livello per un puzzle intrigante che sta attirando le attenzioni di mezzo mondo. Se sarà perfetto lo dirà il tempo. Intanto i pezzi continuano ad incastrarsi uno dietro l’altro, senza sosta…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy